Progetto FreeWeed - Legalizzazione Cannabis

3 Studi dimostrano che Vaporizzare la Cannabis è il miglior metodo di assunzione

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
(Photo credit: Terry Ozon / Flickr)

Quando si tratta di stabilire il modo più sano di consumare Cannabis, i vaporizzatori sembrano essere la migliore scelta per medici e pazienti.

Fumare Cannabis, anche se non è così dannoso come le sigarette, può talvolta portare ad una condizione chiamata bronchite cronica, provocando un aumento della tosse e della produzione di catarro.

Mentre la ricerca sulla vaporizzazione non è stata approfondita, alcuni studi forniscono prove scientifiche invece dei suoi benefici.

1. ‘Vaporizzazione come sistema di consegna senza fumo di cannabis: uno studio pilota.'(Abrams et al., 2007)

Uno studio pubblicato nel 2007 dalla University of California a San Francisco ha confrontato gli effetti della vaporizzazione con quelli di fumare uno spinello e ha scoperto che i vaporizzatori potrebbero fornire gli stessi livelli di THC riducendo la quantità di monossido di carbonio che entra nel flusso sanguigno.

Lo studio, che ha coinvolto 18 partecipanti, ha concluso che “un dispositivo di vaporizzazione della Cannabis senza fumo fornisce lo stesso livello di chimica attiva terapeutica e produce lo stesso effetto biologico come il fumo di cannabis, ma senza le tossine nocive.”

2. ‘Diminuzione dei sintomi respiratori nei consumatori di cannabis che vaporizzano.'(Earleywine e Barnwell, 2007)

Uno studio pubblicato nel 2007 dall’Università di New York ad Albany e la University of Southern California legava l’uso di vaporizzatori con Cannabis ad una diminuzione dei problemi respiratori associati con l’uso invece di Cannabis e sigarette insieme.

Utilizzando i dati raccolti da un sondaggio su Internet, i ricercatori hanno scoperto che tra i fumatori di sigarette e cannabis coloro che hanno vaporizzato la cannabis hanno segnalato meno problemi polmonari come “tosse, catarro, e senso di oppressione al petto” di quelli che non lo hanno fatto.

Hanno concluso: “gli utenti regolari di spinelli, pipe, pipette e bong potrebbe diminuire i sintomi respiratori passando ad un vaporizzatore.”

3. ‘La funzione polmonare nei consumatori di cannabis: Supporto per una sperimentazione clinica del vaporizzatore.’ (Earleywine e Van Dam, 2010)

Uno studio pubblicato nel 2010 dall’Università di New York ad Albany ha preso i risultati del 2007 facendo un ulteriore passo avanti.

Gli scienziati hanno dato i vaporizzatori ad un campione di 20 fumatori di cannabis regolari con sintomi polmonari esistenti e hanno osservato gli effetti dopo un mese di uso quotidiano.

Dopo un mese di vaporizzazione i partecipanti hanno mostrato “miglioramenti significativi” nella funzione polmonare che, secondo i ricercatori, erano paragonabili a quelli di smettere di fumare sigarette.

 

Fonte:

LeafScience.com

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 1.903 times, 3 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti