Progetto FreeWeed - Legalizzazione Cannabis

L’American Academy of Neurology richiede ricerca sulle prestazioni della Cannabis

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

L’American Academy of Neurology pensa che la marijuana potrebbe offrire sollievo da diverse malattie e sta sollecitando per ulteriori ricerche da svolgere.

Nelle nuove linee guida pubblicate questa settimana, la più grande associazione al mondo per neurologi ha concluso che la marijuana può essere un trattamento efficace per una serie di condizioni cerebrali.

Tuttavia il gruppo aggiunge che la ricerca è necessariamente da intensificare prima che qualcuno possa dirlo con certezza.

“I cannabinoidi dovrebbero essere studiati come altre sostanze sono studiate, per poterne determinare la loro efficacia, e dopo che ciò è disponibile, dovrebbero essere prescritti come gli altri farmaci” indicano le linee guida.

“Venti Stati e il District of Columbia hanno legalizzato l’uso medico della marijuana, e 2 hanno depenalizzato tutti gli usi. Questo dovrebbe incoraggiare i ricercatori a continuare a cercare risposte sui benefici della marijuana nei pazienti che hanno una malattia neurologica. ”

“Ci sono recettori del cervello che reagiscono alla Cannabis”

Un gruppo di esperti ha esaminato 34 studi precedenti con le linee guida. La prova più forte per la marijuana medica che hanno trovato era nel trattamento dei sintomi della sclerosi multipla, tra cui il dolore , spasmi muscolari e problemi vescicali .

“Ci sono recettori del cervello che reagiscono alla marijuana, e le posizioni dei recettori sono in luoghi dove ci si aspetterebbe che loro aiutino con questi sintomi,” ha detto il Dott. Barbara Koppel, professore di neurologia alla New York Medical College ed un collega della American Academy of Neurology.

Ma le sperimentazioni su larga scala sulla marijuana medica per la sclerosi multipla sono state eseguite solo utilizzando le pillole a base di cannabis o spray. Ad esempio un estratto farmaceutico chiamato Sativex è stato testato e approvato in 25 Paesi per i pazienti con sclerosi multipla.

Non ci sono prove sufficienti, però, per dire se fumare la Cannabis è ugualmente efficace, secondo il comitato di revisione.

Il pannello ha anche trovato una mancanza di prove esistenti che supporta la marijuana come trattamento per la sindrome di Tourette, epilessia e disturbi del movimento come il Parkinson e la malattia di Huntington.

“Eravamo frustrati che non potevamo dire che è buono per questo male o per questo. E ‘solo una funzione della mancanza di studi che sono realmente utilizzabili “, ha detto il dottor Koppel. “Vediamo questa recensione come punto di partenza per avere più studi che vengano fatti in modo da poter rivederli in futuro.”

Nonostante la mancanza di dati di alta qualità, un recente sondaggio condotto da WebMD ha rilevato che oltre due terzi dei medici americani credono che la marijuana può aiutare con le condizioni sopra descritte.

Fonte: [HealthDay News]

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986
(Visited 107 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT