In Africa è iniziata la Corsa alla Cannabis Legale

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

In Africa molte nazioni stanno iniziando a puntare alla produzione di cannabis legale .

La nuova industria della cannabis, a partire dall’industria medicinale, viene osservata da diversi governi africani che vedono la produzione e il successivo marketing un modo molto redditizio per attirare reddito verso i loro paesi.

Se non molto tempo fa ,  il Sudafrica sembrava di essere una delle prime nazioni che hanno gettato le basi di questa grande innovazione per il settore, molti altri come il Lesotho , il Malawi , il Marocco , Ghana , Swaziland e molti altri, stanno ora gettando le basi di questa produzione e altro discutere per entrare in prima linea con questa nuova industria.




Secondo le Nazioni Unite nel continente africano vengono prodotte annualmente più di 10.000 tonnellate di cannabis con un valore stimato di miliardi e miliardi che si rivolgono al mercato illegale. I governi africani stanno osservando le legalizzazioni che si verificano nei paesi e negli stati americani ed europei e in questi paesi esistono già importanti voci, come il Lesotho, che hanno aperto licenze per la loro coltivazione.

Dobbiamo anche ricordare che un paese come il Marocco è stato e continua ad essere uno dei più grandi produttori di cannabis nel mondo, un fornitore leader di resina. La nazione nordafricana ha già specialisti in questo raccolto e dovrebbe solo trasformare in qualche modo questa industria di resina illegale nella cannabis legale “medicinale”.

A sud del continente si chiama dagga la cannabis e il suo uso e consumo è diffuso e perseguitato. Mentre si guardano gli eventi che circondano questa pianta in varie parti del mondo, e considerando che stiamo parlando di un business molto redditizio, non sarebbe sorprendente che presto più nazioni puntassero a questo legalizzazione corrente diventando produttori legali.

Inoltre, l’elenco delle nazioni africane che stanno valutando questo problema si sta espandendo, e nessuno vuole stare fuori da questo nuovo mercato.

Anche l’Africa vuole essere presente in questa onda di “oro verde” e sicuramente sarà un giocatore da tenere a mente nei prossimi tempi.

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 285 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti