Australia: la maggioranza dei medici di medicina generale sostiene la prescrizione di cannabis medica

116 Condivisioni

Secondo un nuovo studio fatto in Australia e pubblicato dal National Institute of Health in Australia, la maggior parte dei medici di medicina generale ritiene che la cannabis debba essere legalmente disponibile su prescrizione medica.

Secondo i ricercatori, lo scopo dello studio era “esaminare le conoscenze e le attitudini dei medici generici australiani (medici di medicina generale) nei confronti della cannabis medica, compresa la domanda dei pazienti, le percezioni dei medici generici sugli effetti terapeutici e il danno potenziale, la conoscenza percepita e la volontà di prescrivere. “

Per lo studio, è stata condotta un’indagine trasversale che è stata completata da 640 medici australiani che hanno partecipato a seminari educativi multi-soggetto in cinque grandi città in tutto il paese tra agosto e novembre 2017. Le principali misure di esito erano “Numero di pazienti che consultano cannabis medica, conoscenza percepita dei medici di medicina generale, condizioni in cui i medici di base percepiscono che è utile, la volontà di prescrivere, i modelli di accesso preferiti, gli effetti avversi percepiti e la sicurezza in relazione ad altri farmaci da prescrizione. “

La maggior parte dei medici di base (61,5%) ha riferito di una o più consultazioni dei pazienti sulla cannabis medica negli ultimi tre mesi. È interessante notare che, sebbene la maggior parte ritenesse che la propria conoscenza fosse inadeguata e solo il 28,8% si sentiva a proprio agio nel discutere di cannabis medica con i pazienti, oltre la metà (56,5%) ha sostenuto la disponibilità con una prescrizione. Il modello di accesso preferito “che coinvolge i medici generici prescritti indipendentemente dagli specialisti”.

Il supporto all’uso della cannabis medicinale era specifico per la condizione, con un forte supporto per il suo uso nel dolore oncologico , nelle cure palliative e nell’epilessia, e molto meno il supporto per il suo uso nella depressione e nell’ansia.

Lo studio conclude che “la maggior parte dei medici di base sostiene o è neutrale rispetto all’uso medicinale della cannabis. I nostri risultati evidenziano la necessità di una migliore formazione dei medici di famiglia sulla cannabis medica e la discrepanza tra i modelli di accesso preferiti da parte dei medici generici e gli attuali modelli guidati da specialisti “.

Clicca qui  per lo studio completo.

Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Approfondimento:  Il Video del Primo Dispensario Medico aperto alle Hawaii

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

(Visited 83 times, 1 visits today)

Post correlati

Approfondimento:  Video: Intervista all'autore de "La Ragazza con gli anfibi e altre storie stupefacenti"
Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT