Blitz della Finanza nei Tabacchi, sequestrati tutti i prodotti “light”: “Non contengono abbastanza THC”

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Calma, stiamo scherzando.

Si, forse è uno scherzo non proprio di buon gusto viste le incredibili vicissitudini che in questi giorni stanno affrontando diverse aziende del settore alle quali realmente è stato intimato il sequestro del prodotto per “motivi strani” ed ancora tutti da verificare.

Sicuramente però “avremmo preferito” (un sequestro di cannabis non è mai preferibile, come fanno certe persone ad esultare?!) che la Finanza avesse usato queste come motivazioni dei sequestri (ossia TROPPO POCO THC!), e non quelle assurde invece realmente usate, come la faccenda che “la legge 242/2016 non permetterebbe il commercio di fiori di canapa industriale”…!!

Dunque questa notizia è uno scherzo, vale la pena ricordare a tutti che oggi è il Primo Aprile.

Approfittiamo però dell’occasione per sottolineare come tutto quello che INVECE REALMENTE sta succedendo sia stato ampiamente previsto purtroppo per buchi normativi molto gravi e soprattutto per le spinte di alcune realtà poco etiche verso una chiusura del mercato “industriale/light” solo su se stesse, sfavorendo la concorrenza.

Noi ci schiereremo sempre per l’informazione corretta (passateci questo scherzo!) e priva di influenze commerciali che potrebbero alterarne la veridicità.

Ci scusiamo per lo scherzo, per chi lo avesse interpretato come “di cattivo gusto”, ma non era nostra intenzione, anzi al contrario, l’obiettivo è far riflettere su quanto sta accadendo nel panorama italiano e quanto siamo lontani dal ragionare sul vero obiettivo, ossia la Libertà della Cannabis.

Immagine correlata

Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

(Visited 4.718 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutube

Commenti

LEAVE A COMMENT