Brasile: Concessa l’autoproduzione ad una famiglia per trattare le crisi epilettiche della figlia

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail


In Brasile è stato permesso ad una famiglia di crescere cannabis a casa per un facile accesso al trattamento per una delle figlie con epilessia.

La legge brasiliana vieta espressamente il consumo della pianta nella nazione.

L’accesso all’autocoltivazione di cannabis è stato autorizzato dal Tribunale Regionale di Rio de Janeiro.

La famiglia può usare l’estratto vegetale o il suo estratto di cannabis in olio per il trattamento di gravi convulsioni causate dalla malattia alla bambina di sette anni.

Le medicine tradizionali e convenzionali non aiutano la piccola. Il trattamento a base di Cannabis che sta usando da tre anni, invece calma le crisi.

“Stavamo già utilizzando tutti i farmaci e niente ha funzionato. Non c’è niente di peggio per un genitore che vedere il proprio bambino con convulsioni e non essere in grado di fare qualsiasi cosa , “ha detto ai giornalisti Marcos Langnebach , padre della ragazza.

Margarete de Brito , madre della ragazza, ha detto che dopo aver iniziato con l’uso di cannabis per il trattamento delle crisi epilettiche, esse hanno avuto una riduzione significativa. ” Ora la bambina trascorre più tempo sveglia e sorride di più, e questo è molto importante per noi.”

I genitori hanno anche imparato a coltivare la marijuana ed estrarre olio, per curare le convulsione di sua figlia ed ha funzionato.

In Brasile è vietato crescere ed usare la cannabis, per cui la famiglia ha dovuto andare a richiedere permessi e così evitare il rischio di essere denunciata da parte delle autorità.

Nel mese di marzo il ANVISA (Agenzia nazionale di sorveglianza sanitaria del Brasile) ha autorizzato la prescrizione e l’importazione di prodotti o estratti di cannabis con cannabidiolo.

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 93 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti