Canada: Alta Corte stabilisce che per il momento i pazienti possono continuare a coltivare la propria cannabis

Il governo ha fallito il suo ultimo tentativo di evitare che i consumatori di cannabis medica continuino a coltivarsela in casa.

La Corte Federale di Appello ha infatti sostenuto un’ingiunzione che esenta i pazienti da una massiccia revisione del sistema. Le nuove regole, introdotte nella primavera del 2014, proibiscono la crescita di cannabis in proprio spostando invece la produzione su operatori commerciali, ma un gruppo di pazienti ha impugnato tale regime in un caso che dovrebbe essere ascoltato in giudizio nel nuovo anno.

Un giudice della Corte Federale ha emesso in primavera un’ingiunzione che ha permesso ai pazienti che erano stati autorizzati, sotto il vecchio sistema, a coltivare e possedere cannabis, di continuare a farlo fino a quando il loro caso sarà risolto.
Il governo è ricorso in appello, ma la Corte d’Appello ha pubblicato il 15 dicembre una decisione unanime sostenendo l’ingiunzione.

Nello scorso anno circa 38.000 canadesi avevano ricevuto le autorizzazioni con il vecchio sistema, la stragrande maggioranza dei quali ha scelto di coltivare in proprio la cannabis, piuttosto che acquistarla dal governo federale.

Più di 13.000 pazienti si sono invece registrati con i nuovi produttori concessionari, che tra il 1 gennaio e il 31 ottobre hanno venduto complessivamente 1.400 kg di cannabis seccata. I prezzi vanno dai 2,50 ai 15 dollari canadesi (circa 1,80 – 10,50 EURo) al grammo.

CBC News of 15 December 2014

LEAVE A COMMENT