Progetto FreeWeed - Legalizzazione Cannabis

Studio: Cannabinoidi dopo evento traumatico possono prevenire sintomi di PTSD

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Fornire, a pazienti traumatizzati, Cannabis poco dopo l’evento potrebbe aiutare a prevenire disturbi da stress post-traumatico (PTSD); cosi si sono espressi i ricercatori in un nuovo studio.

In uno studio sui ratti, gli scienziati dell’Università di Haifa in Israele  hanno scoperto che la somministrazione di Cannabis sintetica, o cannabinoidi, ha contribuito a prevenire i sintomi di PTSD causati da eventi traumatici.

Si stima che circa il 3% della popolazione sperimenterà la PTSD ad un certo punto della loro vita, cosi come i soldati di combattimento, detenuti e vittime di reati sono particolarmente a rischio.

I ricercatori Nachshon Korem e Irit Akirav hanno detto: “L’importanza di questo studio è che esso contribuisce alla comprensione delle basi dell’effetto positivo della cannabis sul cervello (in particolare sul PTSD) e sostiene la necessità di effettuare la sperimentazione umana per esaminare i modi possibili per prevenire lo sviluppo di PTSD e disturbi d’ansia in risposta ad un evento traumatico. “

Pubblicato sulla rivista Neuropsychopharmacology , nello studio gli autori notano che il fenomeno comune del PTSD è il ‘trauma promemoria’ – che evoca il ricordo dell’esperienza traumatica.

In precedenza, Akirav aveva trovato che l’uso di Cannabis in un breve lasso di tempo dopo un evento traumatico ha contribuito a ridurre i sintomi di PTSD nei ratti. Nel loro ultimo studio, il team ha esaminato se i cannabinoidi possono ridurre i sintomi di PTSD a seguito di un sollecito trauma.

I risultati hanno dimostrato che i ratti trattati con la Cannabis ed i Cannabinoidi non hanno mostrato sintomi di PTSD rispetto al gruppo di controllo che non ha ricevuto il farmaco. I ratti trattati hanno anche mostrato risultati migliori rispetto a quelli che erano stati dati da un antidepressivo.

“In altre parole, la cannabis ha fatto in modo che gli effetti del trauma promemoria ‘scomparissero'”, hanno detto i ricercatori in un comunicato, aggiungendo che credono che i cannabinoidi abbiano impedito al cervello di formare e salvare i ricordi traumatici.

“I risultati del nostro studio suggeriscono che la connettività all’interno del circuito cambia la paura del cervello in seguito a traumi, e la somministrazione di cannabinoidi impedisce che questo cambiamento accada. Questo studio può portare a futuri processi negli esseri umani per quanto riguarda i possibili modi per prevenire lo sviluppo di PTSD e di disturbi d’ansia in risposta ad un evento traumatico.”

Fonte: Università di Haifa

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 207 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti