Cannabinoidi utili nel trattamento del prurito ed altre malattie della pelle

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Le proprietà anti-infiammatorie della cannabis potrebbero aiutare nel trattamento del prurito e in un’ampia gamma di altre malattie della pelle , da quanto affermano i ricercatori.

Il nuovo studio, pubblicato online sul Journal of American Academy of Dermatology, riassume la letteratura sull’argomento ed ha concluso che i prodotti farmaceutici contenenti cannabinoidi possono essere efficaci contro l’eczema, psoriasi, dermatite atopica e di contatto.

“Forse si espone il ruolo più promettente per i cannabinoidi nel trattamento del prurito , “ ha detto l’autore Robert Dellavalle, associato professore di dermatologia presso la Scuola di Medicina dell’Università del Colorado nel maestro Stati Uniti.

In uno studio otto dei 21 pazienti che hanno chiesto una crema con cannabinoidi due volte al giorno per tre settimane hanno completamente eliminato il prurito. Il farmaco può aver ridotto la pelle secca che ha dato luogo a prurito, come afferma Dellavalle.

Negli studi esaminati i ricercatori hanno trovato che il THC (tetraidrocannabinolo), il principio attivo della cannabis, ha ridotto il gonfiore e l’infiammazione nei topi.




Allo stesso tempo i topi con melanoma hanno visto una significativa inibizione della crescita tumorale quando è stato iniettato THC.

“Questi sono argomenti per farmaci cannabinoidi con poco o nessun effetto psicotropo che possono essere utilizzati per la malattia della pelle , “ ha detto Dellavalle.




Tuttavia Dellavalle ha osservato che la maggior parte di questi studi si basano su modelli di laboratorio e non vi sono stati effettuati studi clinici su larga scala.

Gli autori dello studio comprendono inoltre Jessica S. Mounessa, BS, Julia A. Siegel BA e Cory A. Dunnick, MD .

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 207 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti