Progetto FreeWeed - Legalizzazione Cannabis

La Cannabis Ruderalis – “Le Autofiorenti”

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Si possono già conoscere le differenze tra le varietà indica e sativa di cannabis, ma avete sentito parlare di cannabis ruderalis? Secondo Jorge Cervantes, coltivatore guru ed autore di The Encyclopedia Cannabis “I botanici non sono d’accordo sul fatto che la cannabis ruderalis si qualifichi come una specie o sottospecie distinta.”

Così, per rispondere ad alcune delle domande che riceviamo sulla cannabis ruderalis e sulla genetica autofiorente, estraiamo dal sito di Leafly informazioni rapide su questa classificazione meno conosciuta della varietà di cannabis.
Cannabis Ruderalis

L’origine della Cannabis Ruderalis

Il termine ruderalis deriva dalla radice ruderale. Nel mondo vegetale, una specie ruderale è una che cresce a dispetto che il suo ambiente sia abitato da esseri umani o  se venga altrimenti colpito da disturbi naturali della zona. Molti credono che la ruderalis sia una discendente di genetica indica che si è adattata ai climi rigidi ed alle stagioni più brevi di crescita delle regioni del nord dove ha origine. La Cannabis ruderalis è originaria delle zone in Asia, Europa centrale / orientale, e in particolare la Russia, dove i botanici hanno usato il termine “ruderalis” per classificare le razze di pianta di canapa, che erano fuggiti dall’uomo e la coltivazione, l’adattamento agli ambienti estremi si trovano in queste condizioni climatiche .

In origine, la cannabis ruderalis era considerata una razza selvaggia di cannabis. Tuttavia, negli ultimi anni è stata portata all’interno per influenzare nuove varietà ibride.

Cannabis Ruderalis

Proprietà della Cannabis Ruderalis

La cannabis ruderalis è una pianta bassa e veloce, soprattutto se confrontata con i suoi omologhi sativa e indica.

E ‘di solito alta tra 1 e 2,5 piedi di altezza al momento del raccolto, con un modello di crescita robusta che produce ampie foglie che si esprimono in una tonalità verde chiaro. I germogli dalla pianta ruderalis tendono ad essere piccoli ma ancora relativamente grossi, e sono supportati da un robusto, denso stelo.

Ciò che distingue veramente la Ruderalis è il suo ciclo di fioritura che è indotto in base alla sua maturità, invece di essere attivato dal fotoperiodo come le varietà indica e sativa. Ibridi di Ruderalis moderni di solito iniziano a fiorire tra i 21 e i 30 giorni dopo che i semi sono stati piantati, indipendentemente dal ciclo di luce. È per questo che la maggior parte delle ruderalis ibride sono attribuite come ceppi “autofiorenti”.

Effetti della Cannabis Ruderalis

Gli effetti della sola cannabis ruderalis sono ridotti al minimo per le sue naturalmente basse concentrazioni di THC. Tuttavia la stabilità ed il breve ciclo di vita rendono la ruderalis versatile ed attraente per gli allevatori che vogliono approfittare della sua caratteristica autofiorente. I Geni della Ruderalis offrono la possibilità per gli allevatori di creare un ibrido autofiorente con la potenza avanzata ed il profilo aromatico dal partner genetico.

 

Le informazioni e le foto contenute in questo articolo sono forniti da Jorge Cervantes, autore di The Encyclopedia Cannabis e MarijuanaGrowing.com.

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 2.428 times, 4 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti