Progetto FreeWeed - Legalizzazione Cannabis

Cannabis e Sonno – 5 punti di analisi

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

E’ comune per le persone che usano Cannabis utilizzarla prima di andare a dormire; chi per abitudine, chi per necessità. E decenni di ricerca sulla Cannabis e il Sonno possono aiutare a spiegarne il perché.

Oltre a combattere l’insonnia, infatti, la Cannabis sembra avere una vasta gamma di effetti sul sonno.

Questo perché le sostanze chimiche presenti nella Cannabis, noti come cannabinoidi, in realtà mimano l’attività di sostanze chimiche presenti naturalmente nel cervello.

Queste sostanze chimiche e le loro vie biologiche costituiscono gli endocannabinoidi del corpo, che sono responsabili, tra le altre cose, della regolazione del sonno.

La ricerca mostra che la Cannabis può anche avere un impatto diretto sul sonno; Ecco 5 degli effetti più importanti che gli studi hanno identificato finora.

 

1. E’ Più facile Addormentarsi

(Foto: clinicaomegazeta.com)

Alcune delle prime ricerche sulla Cannabis e il sonno dimostrano che l’ingrediente principale della Cannabis, il THC, può ridurre significativamente il tempo necessario per addormentarsi, sia per le persone insonni che per le persone non insonni.

In un piccolo studio pubblicato nel 1973, il THC ha ridotto il tempo impiegato per addormentarsi per 9 soggetti con insonnia  di oltre un’ora, in media. Tuttavia i ricercatori hanno notato che una dose troppo alta potrebbe contrastare l’effetto.

Inoltre il THC è stata analizzato anche per facilitare il sonno in uno studio 2013, che coinvolge soggetti sani.

2. Più tempo di sonno

(Foto: WikiHow)

I primi studi hanno anche rivelato che l’assunzione sia di THC che di CBD prima di coricarsi potrebbe portare ad un aumento nel sonno generale. In uno studio , aumentando la dose di THC anche aumentato la quantità di tempo trascorso dormendo.

Tuttavia, alte dosi di THC hanno anche causato una sensazione di “hang over” in alcuni soggetti quando si svegliarono, mentre la sensazione non era presente a dosi più basse.

3. Sonno più profondo

(Foto: cobalt123/Flickr)

Alcuni degli effetti più interessanti della Cannabis sul sonno coinvolgono il suo impatto sul ciclo del sonno. Gli studi mostrano che il THC può aumentare la quantità di sonno a onde lente, noto anche come sonno profondo, da un utente di esperienze durante il loro sonno.

Questa è probabilmente una buona cosa, dato che il sonno profondo svolge un ruolo importante nel processo di restauro che si verifica durante il sonno.

Gli esperti ritengono che gli effetti più negativi della privazione del sonno derivano da una mancanza di sonno a onde lente. Ad esempio, la ricerca ha dimostrato che ridurre il sonno a onde lente può essere un forte predittore di ipertensione negli uomini anziani.

4. Riduzione del sonno REM

(Foto: uhdwallpapers.org)

Un altro modo in cui la Cannabis agisce  sul ciclo sonno è con una riduzione del sonno REM. Molte persone che fumano prima di coricarsi segnalano una mancanza di sogni, che si verificano solo durante il sonno REM.

Mentre meno sonno REM potrebbe essere visto come un effetto negativo dell’uso di Cannabis, gli scienziati non sono ancora sicuri su quale scopo abbia realmente il sonno REM.

Tuttavia, le persone che smettono di fumare dopo l’utilizzo di Cannabis con una certa frequenza spesso sperimentano un aumento del sonno REM , noto anche come l’effetto “rimbalzo REM”, che è accompagnata da un aumento di sogni e agitazione durante il sonno. Ma questo effetto tende a svanire entro giorni o settimane, a seconda dell’individuo.

5. Migliore respirazione

(Foto: Huffington Post / Getty)

Quando si tratta di uso medico, la Cannabis potrebbe offrire un vantaggio incredibile per il circa il 25% degli uomini e il 9% delle donne che soffrono di un disturbo chiamato apnea del sonno.

L’apnea notturna è caratterizzata da respiro interrotto durante il sonno, ed è stata collegata ad una serie di condizioni gravi, tra cui diabete e problemi cardiaci. Purtroppo, la stragrande maggioranza di chi soffre di apnea del sonno non viene diagnosticata e quindi non trattata.

Anche di coloro che cercano cure, molti alla fine rinunciano a indossare una maschera CPAP ogni notte.

Ma è qui che la Cannabis può aiutare; i ricercatori stanno attualmente sperimentando il THC in alternativa, con i primi risultati  già ottimi. Se gli studi clinici confermeranno, i pazienti con apnea del sonno un giorno potrebbero avere la possibilità di scambiare una maschera di sonno ingombrante per della Cannabis prima di andare a dormire.

 

Fonti:

http://www.leafscience.com/2013/11/25/5-ways-marijuana-affects-sleep/

Feinberg, I., Jones, R, Walker JM, Cavness, C, marzo, J. (1975). Effetti di dosi elevate delta-9-tetraidrocannabinolo sul sonno nell’uomo. Clin Ther Parmacol. 1975; 17 (4) :458-66.

http://hyper.ahajournals.org/content/58/4/596.short

http://link.springer.com/article/10.1007%2FBF00437513#page-1

http://onlinelibrary.wiley.com/doi/10.1111/j.1521-0391.2013.12003.x/abstract

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 16.318 times, 2 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

14 Responses so far.

  1. vera silveri ha detto:
    Io soffro di insonnia da tantissimo tempo e non riesco a curarla con niente. Vorrei provare la cannabis, ma dove/come trovare un medico che me la prescriva?
     

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti