Cannabis utile per migliorare la digestione

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

In tutto il corpo abbiamo quello che viene chiamato il sistema endocannabinoide .

È una rete di recettori cellulari e molecole corrispondenti che esistono in tutto il corpo.

Consiste di due diversi tipi di recettori CB1 e CB2.

Il primo tipo si trova principalmente nel cervello e nel sistema nervoso centrale, questi sono noti come recettori CB1. L’altro tipo di recettori, noti come recettori CB2, si trovano comunemente nel sistema immunitario.

Questi recettori cannabinoidi hanno una vasta gamma di funzioni.

Ad esempio, regolare il sonno, l’umore, il controllo motorio, il dolore, la memoria e le risposte immunitarie.

Naturalmente questi potenti processi aiutano a mantenere la funzione ottimale all’interno dei nostri corpi.

La cannabis facilita la digestione

Come abbiamo detto, il sistema endocannabinoide esiste in tutto il corpo.

I recettori che vi contribuiscono reagiscono in modo eccezionale quando viene introdotta la cannabis.

Uno di questi recettori è chiamato anandamide, risiede all’interno del tubo digerente ed è responsabile dei processi digestivi.

Forse per motivi come questo, non è difficile capire perché quelli che si rivolgono regolarmente al THC vogliono sempre “mordere qualcosa”.

Ma per coloro che soffrono di malattie intestinali croniche, la presenza di questo recettore potrebbe essere una vera benedizione.

Studi hanno dimostrato che le proprietà antinfiammatorie della cannabis, che potrebbe essere decisiva nel trattamento di condizioni come la sindrome dell’intestino irritabile  (IBS) e Crohn s’ malattia .

Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

(Visited 161 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutube

Commenti

LEAVE A COMMENT