Come effettuare una buona essiccazione?

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La prima cosa da tenere a mente è … che oltre ad aver fatto un buon raccolto e tutto deve essere andato bene, uno dei fattori più importanti nella coltivazione di cannabis è la manicure, l’essiccazione ed il successivo indurimento.

In questo articolo ci accingiamo a dare alcuni consigli per avere un buon risultato finale.

1º- è molto importante fare una bella manicure prima di mettere ad asciugare. Ci sono diversi modi per fare questo, si potrebbero tagliare le grandi foglie della pianta senza tagliare la pianta .. una volta rimossi tutte le grandi foglie quindi si può procedere a tagliare il gambo delle piante e dividere i fiori più piccoli. L’altro metodo è quasi uguale, solo prima tagliamo la pianta e poi procediamo nella pulizia accurata.

2º- Una volta fatto questo mettiamo i rami a testa in giù in un luogo buio, fresco e ventilato; siamo in grado di farlo su una clothesline, su grucce, nella stesso armadio di coltura o in posti preparati per l’essiccazione dei germogli.

3º- è molto importante controllare la temperatura e l’umidità là dove si asciugano le piante. La temperatura ideale sarebbe tra i 16 e 20 gradi e l’umidità tra il 40% e il 50%. Sarebbe inoltre opportuno mettere un ventilatore di non molta potenza per aerare l’ambiente dando loro un piccolo movimento ai rami appesi. In circa 15 giorni le piante saranno passate ad una delle prime fasi di essiccazione.

4ª- Una volta passati i primi 15 giorni di essiccazione prenderemo i rami e rimuoveremo i germogli, poi li mettiamo in una scatola di cartone o di legno per un’altra settimana che si aprirà di tanto in tanto per assicurarsi che non vi sia umidità nelle gemme. Ovviamente in tutti questi passaggi occorre maneggiare brevemente il fiore al fine di mantenerlo il più intatto possibile e nel frattempo verificare la presenza di germogli danneggiati.

5º- L’ultimo passo è l’Indurimento e può essere fatto in diversi modi, si può fare mettendolo in vasetti di vetro chiusi ermeticamente dove non c’è aria e in un luogo buio. Ci sono anche alcuni contenitori chiamati Tight-Vac, dove è possibile mantenere meglio che altrove, perché quando si chiude tira fuori tutta l’aria e può mantenere il germoglio intatto per un lungo periodo.

Dopo 2 0 3 mesi di conservazione, siete pronti per gustare al meglio il prodotto.

 

FONTE: RedYerba

 

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 5.369 times, 2 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti