Diagnosi delle Carenze di Sostanze Nutritive nella Crescita della Cannabis

63 Condivisioni

Il segreto per coltivare cannabis non è affatto un segreto; Fornisci alle tue piante una luce adeguata, un clima adatto, la giusta quantità di acqua e nutrienti adeguati, e avrai piante sane in grado di combattere la maggior parte dei parassiti e delle malattie.

Quando le piante non ricevono il giusto livello di nutrienti, diventano stressate e più suscettibili a insetti , muffe e altri agenti patogeni. La loro crescita può anche essere stentata, con conseguente riduzione delle rese. Conoscere i segni della carenza di nutrienti è un’abilità vitale per i coltivatori di cannabis in erba, quindi diamo un’occhiata a tutti i nutrienti essenziali, i sintomi associati alla loro assenza, così come altri fattori in potenziali carenze.

Ottenere il giusto pH per le tue piante di cannabis

Utilizzare un misuratore di prova del suolo per pH per piante di cannabis

Le piante possono assorbire i nutrienti attraverso le loro radici solo se il mezzo di crescita o la soluzione idroponica sono al pH corretto.

Se le condizioni sono troppo acide o troppo alcaline, alcuni nutrienti diventano non disponibili per il sistema radicale. Sovra-concimare le tue piante può portare rapidamente a problemi di pH e blocco dei nutrienti, mostrando sintomi che sono facilmente scambiati per una carenza di nutrienti per l’occhio inesperto.

Prima di tentare di diagnosticare eventuali carenze di nutrienti, assicurarsi che il pH del terreno, del mezzo o della soluzione idroponica rientri nell’intervallo accettabile. Per il terreno e il terreno, l’intervallo è compreso tra 5,8 e 6,8, con 6,3 considerato ottimale. La gamma adeguata per le soluzioni idroponiche è compresa tra 5,5 e 6,5 e la maggior parte delle marche di nutrienti idroponici indicherà un livello ideale per il loro prodotto.

Si consiglia anche di testare il pH dell’acqua, in quanto può variare notevolmente a seconda della fonte.

Nutrienti “mobili” e “immobili”

L'uomo tiene un terreno nelle sue mani.

I nutrienti sono classificati come mobili o immobili a seconda che possano essere traslocati una volta che sono stati completamente assimilati dalla pianta. Un nutriente mobile immagazzinato nelle foglie più vecchie della pianta può essere spostato per risolvere una carenza in un’altra parte della pianta. I nutrienti immobile rimarranno molto vicini a dove sono stati inizialmente depositati.

Le carenze di nutrienti mobili mostreranno i sintomi nelle foglie più vecchie alla base della pianta, mentre i nutrienti immobili mostreranno i primi segni di carenza nella crescita più recente ai rami superiore ed esterno della pianta. Sapere quali nutrienti sono mobili e quali sono immobili ti aiuterà a diagnosticare potenziali carenze.

Nutrienti e sintomi di carenza essenziali

Sostanze nutritive essenziali per piante di marijuana e sintomi di carenza
La tua pianta ha bisogno di diversi nutrienti essenziali, quindi assicurati di tenere d’occhio questi segnali e segnali visivi che potrebbero indicare una potenziale carenza.

Azoto (mobile)

La carenza di sostanze nutritive più comune nella cannabis, l’azoto è essenziale per tutto il ciclo di vita della pianta, ma soprattutto durante la crescita vegetativa.

Sintomi di carenza di azoto:

  • Un generale alleggerimento e poi ingiallimento nelle foglie più mature e mature, specialmente vicino alla base della pianta
  • Grave carenza vedrà un ingiallimento continuo, progredendo nella pianta, con possibile scolorimento e macchie brune ai margini delle foglie; alla fine lascia arricciare e rilasciare
  • Diminuzione dei siti di gemme e prima fioritura con rese sostanzialmente ridotte
Risultati immagini per carenze weed




Fosforo (mobile)

Il fosforo è essenziale per la fotosintesi e il rilascio di energia immagazzinata nei carboidrati. Mentre il deficit è raro (di solito in via di sviluppo a causa del pH superiore a 7,0), il risultato può essere catastrofico per le piante giovani e portare a crescita stentata, fioritura ritardata, basse rese e scarsa produzione di resina nelle piante mature.

Approfondimento:  Un nuovo studio conferma: Uso di cannabis può diminuire le possibilità di sviluppare Diabete

Sintomi da carenza di fosforo: 

  • Purpling dei piccioli (foglie staminali) su foglie più vecchie, seguite da foglie che assumono una tonalità blu-verde scuro
  • Con il progredire della carenza, la crescita sia verso l’alto che verso l’esterno rallenta drasticamente, le macchie color porpora-nerastro o rame scuro appaiono sulle foglie, e le zone morte si sviluppano sui picciuoli mentre le foglie si arricciano e si abbassano
  • A volte le foglie diventano color bronzo metallico o bronzo scuro
Risultati immagini per carenze weed




Potassio (mobile)

Fondamentale per la produzione e il movimento di zuccheri e carboidrati, il potassio è anche indispensabile per il processo di divisione cellulare, nonché per la traspirazione, la crescita delle radici e l’assorbimento di acqua. In poche parole, senza di esso le piante non possono crescere. La mancanza porta a temperature interne aumentate nel fogliame della pianta, che fa sì che la pianta evapori più umidità attraverso le sue foglie per raffreddarsi.

Sintomi di carenza di potassio:

  • Foglie opache, eccessivamente verdi, seguite da punte di foglie brunastre “bruciate”, clorosi (ingiallimento) e macchie brune, in particolare sulle foglie più vecchie
  • Ulteriori carenze mostrano bruciatura delle foglie, disidratazione e arricciamento della crescita più giovane
  • Lasciata deselezionata, la carenza di potassio si traduce in piante deboli, alta sensibilità a parassiti e malattie e drastica riduzione della fioritura
Potassium Deficiency in Cannabis Leaves

Calcio (Immobile)

Essenziale per l’integrità e la crescita delle cellule, il calcio aiuta il flusso di azoto e zuccheri attraverso la pianta. La mancanza si trova di solito nei giardini idroponici o all’aperto in climi molto umidi e freschi con terreno acido.

Sintomi di carenza di calcio:

  • Le foglie più basse si arricciano e si deformano, seguite da irregolari macchie giallo-brunastre con bordi marroni che crescono nel tempo
  • Le punte delle radici inizieranno ad appassire e morire, e la pianta diventerà rachitica con rese inferiori
Calcium leaves deficiency




Magnesio (mobile)

Il magnesio è l’atomo centrale in ogni molecola di clorofilla, il che significa che le piante lo usano in quantità molto elevate. È fondamentale per assorbire l’energia dalla luce, così come aiutare gli enzimi a creare carboidrati e zuccheri che producono fiori.

Sintomi di carenza di magnesio:

  • Le piante non mostreranno segni di una carenza di magnesio fino a 3 o 6 settimane dopo che è iniziata, a quel punto vedrai le aree tra le vene delle foglie più vecchie ingiallire (clorosi interveinica) e la formazione di macchie color ruggine
  • Questi sintomi progrediranno attraverso l’intera pianta, con macchie sempre più grandi nelle aree interve- nali e punte e margini delle foglie
  • Alcune foglie si arricciano, muoiono e cadono, mentre l’intera pianta appare malaticcia e droopy
  • I sintomi della carenza di magnesio aumenteranno rapidamente durante la fioritura, portando ad un raccolto ridotto
Risultati immagini per carenze weed




Zolfo (semi-mobile)

Essenziale per la respirazione delle piante e la sintesi e la degradazione degli acidi grassi, lo zolfo gioca un ruolo importante nella produzione di oli e terpeni. È raro vedere una carenza di zolfo nella cannabis, ma queste carenze sono solitamente il risultato di una perdita di fosforo a causa di un alto livello di pH nella zona della radice.

Sintomi di deficienza di zolfo:

  • Cercate le foglie giovani per diventare verde lime poi gialle con crescita rachitica, seguite dall’ingiallimento delle venature delle foglie accompagnate da essiccazione e fragilità
  • La carenza continua si traduce in una produzione di fiori lenti e deboli con una potenza ridotta
sulphur deficiency cannabis leaves




Rame (semi-mobile)

Necessario solo in tracce, aiuti di rame nella fissazione dell’azoto, metabolismo dei carboidrati e riduzione dell’ossigeno.

Approfondimento:  Studio: L'Uso di Cannabinoidi nell'Adolescenza non influenza la memoria in età adulta, anzi la migliora

Sintomi di carenza di rame:

  • La carenza è molto rara e i primi sintomi si manifestano con l’avvizzimento lento, la torsione e la trasformazione di una nuova crescita
  • I punti morti appaiono sulle punte delle foglie e sui margini, e talvolta l’intera pianta appassisce

Ferro (semi-mobile)

Il ferro è essenziale per la riduzione e l’assimilazione di nitrati e solfati e un catalizzatore per la produzione di clorofilla. Le carenze sono solitamente il risultato di livelli di pH impropri o livelli eccessivi di manganese, zinco o rame.

Sintomi di carenza di ferro:

  • I sintomi iniziali appaiono nella crescita più giovane, con la clorosi interve- nale che si manifesta alla base di nuove foglie
  • I sintomi poi progrediscono attraverso le foglie e nella crescita più antica, con ingiallimento generale tra le nervature fogliari




Manganese (Immobile)

Il manganese aiuta a utilizzare l’azoto e il ferro nella produzione di clorofilla e favorisce la riduzione dell’ossigeno. La carenza è rara e solitamente è causata da un pH elevato o da un eccesso di ferro.

Sintomi di carenza di manganese:

  • Come con altri nutrienti immobili, i sintomi iniziano nella nuova crescita, mostrando inizialmente la clorosi interveinica seguita da macchie necrotiche, che si diffondono gradualmente verso le foglie più vecchie
  • Il segno più ovvio è quando i margini e le vene delle foglie rimangono verdi attorno all’ingiallimento delle aree interve nali
Manganese deficiency table graphic




Molibdeno (cellulare)

Un giocatore in due principali sistemi enzimatici che convertono il nitrato in ammonio, il molibdeno è usato dalla cannabis in quantità molto piccole. Le carenze sono rare e possono verificarsi a causa del freddo.

Sintomi di carenza di molibdeno:

  • Foglie più vecchie di colore giallo, a volte sviluppando clorosi interveinica e decolorazione ai bordi delle foglie
  • Alla fine lascia la tazza e si rannicchia prima di torcersi, morire e cadere
Molibdeno deficiency cannabis cultivation




Zinco (Immobile)

Lo zinco è fondamentale per la produzione di zuccheri e proteine, così come per la formazione e la conservazione della clorofilla e per una crescita sana dello stelo. La carenza è abbastanza comune, specialmente nei terreni alcalini e nei climi secchi, ed è solitamente il risultato di livelli elevati di pH.

Sintomi di carenza di zinco:

  • Le foglie giovani e la nuova crescita mostrano una clorosi interve- nale, con piccole e sottili lame fogliari che si raggrinziscono e deformano
  • Le punte delle foglie scoloriranno e bruceranno, seguite dai margini delle foglie e poi delle macchie marroni
  • Il segno più ovvio sono le foglie che ruotano di 90 gradi lateralmente

Zinco deficiency cannabis leaves

 

 

 

Articolo di  LEAFLY STAFF      Immagini di Royal Queen Seeds

Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

(Visited 865 times, 1 visits today)
Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT