Differenze nella coltivazione di Cannabis Sativa, Indica e Ruderalis

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La gioia principale che proviene dalla coltivazione di cannabis per uso personale è che si arriva a scegliere la genetica che veramente ti interessa.

Tuttavia, non tutti i ceppi sono uguali e, a seconda della genetica, l’impianto che si vuole crescere potrebbe essere una buona scelta per il vostro giardino.

Indica, Sativa, e le molte varietà ibride crescono in modo diverso, prendono tempi diversi di fioritura, e producono un prodotto finale diverso.

Coltivare Cannabis Indica

In prossimità di piante di marijuana

Tratti di una tipica pianta di cannabis indica:

  • tempo di fioritura più breve
  • alti rendimenti
  • Effetti: sedativo, rilassante
  • Sintomi che può curare: ansia, insonnia, dolori, spasmi muscolari
  • Morfologia: corte, cespugliose, foglie più ampie

A causa di periodi di fioritura più brevi e rendimenti più elevati, esse sono sempre state popolari tra i coltivatori.

I periodi di fioritura più brevi significano piante mature prima dei ceppi sativa. Questo permette nei giardini esterni di esistere in climi dove l’autunno si trasforma in inverno in fretta.

Per i giardinieri al coperto, questo significa invece più cicli all’anno. I rendimenti più elevati incentivano i produttori a lavorare con Indiche per aumentare i margini. Inoltre un vantaggio della crescita delle Indiche è la loro bassa statura, che è ideale per la maggior parte dei giardini interni ed esterni dove lo spazio è limitato e luce diretta del sole è una priorità assoluta.

Coltivare Cannabis Sativa

Primo piano di piante di marijuana
Primo piano di piante di marijuana

Tratti di una tipica pianta di cannabis sativa:

  • Più lungo tempo di fioritura
  • basse rese
  • Effetti: Uplifting, creativa, cerebrale
  • Sintomi che può curare: depressione, ADD / ADHD, stanchezza, disturbi dell’umore
  • Morfologia: alte, allampanate, foglie sottili

Il genere sativa proviene da vicino all’equatore, dove le estati sono lunghe e gli inverni sono miti.

La Sativa cresce lunga, allampanata, e prende tanto tempo per terminare.

In generale, non sono una prima scelta per i giardinieri dato che la loro altezza al chiuso è difficile da mantenere, mentre i loro rendimenti più bassi rendono un margine ridotto. Tuttavia se siete più interessati a crescerle si potrebbe trarre un grande piacere dall’esplorare le sative e gli effetti variabili.




Le Sative offrono alcune buone qualità quando si tratta di crescita. Il periodo di tempo necessario per una sativa per completare il suo ciclo di fioritura può essere compensato da una crescita più rapida in vegetativa.

Inoltre alcune Sative di razza sono state sviluppate per avere tempi più veloci in fioritura ed un aumento delle rese. Venendo dall’equatore i ceppi di sativa gestiscono il calore meglio della maggior parte delle Indiche, e ciò è buono per giardini interni dove il controllo della temperatura è difficile o costoso nei mesi estivi.

Coltivare ibridi di cannabis

La parte superiore della pianta di marijuana isolato su sfondo bianco

Tratti di piante di cannabis ibride:

  • Tempo di fioritura variabile
  • Molte sono ad alto rendimento
  • Effetti: Miscela di tratti sativa e indica
  • Sintomi che possono curare: variabile in base alla genetica
  • Morfologia: vasta gamma di modelli di crescita

Gli ibridi uniscono il meglio dei due mondi della pianta di cannabis.

La maggior parte della cannabis oggi tende ad essere un mix ibrido di diversi ceppi indica e sativa.

Il più delle volte, si affacciano verso un lato dello spettro con tratti dominanti di indica o sativa.

Gli ibridi possono ereditare il tempo di fioritura più breve della Indica, pur mantenendo l’high cerebrale offerto dalla Sativa.

Esse possono anche avere rendimenti delle qualità di indica tenendo la crescita vegetativa rapida di una sativa.

Poiché gli ibridi possono fondere gli attributi di ciascuno, non c’è da meravigliarsi che costituiscono la maggior parte del mercato.

Preferisci crescere indica, sativa o incroci?

Scrivilo nei commenti!

FONTE: Leafly

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 2.406 times, 28 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti