Dispensari di Cannabis ad uso medico associati con minori ricoveri e mortalità per altre sostanze

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

I dispensari medici di cannabis sono associati ad una riduzione dei ricoveri ospedalieri legati alle sostanze prescritte e alle mortalità, secondo un nuovo studio pubblicato dalla Social Science Research Network .

“Poiché l’epidemia di oppiacei statunitense supera i livelli senza precedenti ed i singoli stati continuano ad adottare leggi che liberalizzano l’uso della cannabis, la comprensione del rapporto tra narcotici e consumi di cannabis è sempre più importante”, afferma l’astratto dello studio.

“Questo documento utilizza un unico set di dati dai dispensari per sfruttare la variazione all’interno dello stato e tra gli altri nelle aperture di dispensari per stimare l’effetto dell’accesso aumentato alla cannabis rispetto ai farmaci da prescrizione sulla popolazione”.

Il ricercatore principale del studio, un professore di economia dell’Università di Georgia, ha rilevato che “le aree statistiche basate sul nucleo (CBSA) con aperture di dispensari hanno una riduzione relativa del 20 per cento nei ricoveri per il trattamento dei dolori durante i primi due anni di operazioni.”

Inoltre lo studio fornisce “evidenza suggestiva che le operazioni dei dispensari influenzano negativamente i tassi di mortalità indotti dai farmaci da prescrizione”.

Lo studio conclude dichiarando “Questi risultati sono limitati alle aree direttamente esposte alle aperture di dispensari che suggeriscono una sostituibilità tra i tipi di farmaci, mentre spandono la luce sul canale attraverso il quale viene spinta la relazione negativa”.

Lo studio completo può essere trovato cliccando qui .

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 53 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti