Dopo settimane di “pressione sociale” ecco la prima dichiarazione del Governo sulla Cannabis: “se ne può parlare anche se non è nel contratto”

484 Condivisioni

Dopo settimane, se non mesi, di pressione sociale sul tema sui social da parte di migliaia di attivisti (che ringraziamo di cuore) ecco arrivare una prima, timida, dichiarazione da parte di un esponente del Governo sul tema Cannabis: a rilasciarla è il Ministro della Salute Giulia Grillo a Vanity Fair, riportata da ADUC.

“Faccio parte di un gruppo politico che la scorsa legislatura ha sottoscritto una legge sulla liberalizzazione della cannabis, noi abbiamo una visione molto di apertura. Certo, possiamo regolamentare in modo diverso”.

La dichiarazione si conclude specificando “però che non sta nel programma di governo, ma non significa tuttavia che non se ne può parlare».”.

Approfondimento:  Ross Rebagliati: ai Giochi Olimpici bisognerebbe permettere la Cannabis

Il Ministro ha anche dichiarato di non essere mai entrata in un grow shop ma che in passato ha mangiato il pane fatto con la farina di canapa (Informazioni non necessarie ma che riportiamo per giustezza sul tema).

Dunque ora occorrerà una presa di posizione pubblica del Movimento 5 Stelle per vedere passi avanti sul tema, che altrimenti non verranno certo dall’ “alleato” leghista.

Continuiamo con la pressione congiunta e compatta.

Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Approfondimento:  Onu e Droghe: primo dialogo dopo la Fini-Giovanardi, verso Ungass 2016

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

(Visited 2.621 times, 1 visits today)
Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT