Come far germogliare un seme di cannabis

Stefano Auditore/ gennaio 9, 2017/ Openblog, Tecniche di Coltivazione/ 0 comments

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La germinazione è il processo in cui una nuova pianta inizia a crescere da un seme.

Noto anche come “popping”, la germinazione è il primo passo per iniziare una coltivazione di cannabis (ILLEGALE IN ITALIA!).

I Semi di cannabis possono essere acquisiti da una serie di fonti e possono variare in termini di qualità. Le Banche di semi on-line sono in genere la soluzione migliore per la qualità e la diversità genetica, ma va notato che le operazioni all’estero esistono in zone grigie legali in molti paesi.

Quando si è fatta l’acquisizione di semi, si vuole fare in modo che siano maturati, apparendo di colore marrone scuro con accenti leggeri e una sensazione di durezza. Quello che non vogliamo è che un seme che si senta fresco e sembri verde, il che indica che il seme non ha mai raggiunto la piena maturità.

Una volta che avete i vostri semi di cannabis, assicuratevi di avere lo spazio necessario per consentire alle piante di crescere e di essere in buona salute. Non fate germogliare i semi se non siete sicuri del vostro spazio di crescita, della disponibilità di tempo, o della voglia di fare.

Invece, assicuratevi che le seguenti domande logistiche abbiano risposta prima di iniziare.

Qual è il modo migliore per far germinare i Semi di cannabis?

I semi di canapa germinati

I semi di cannabis richiedono tre fattori per germinare: acqua, calore e aria. Grazie a questo, ci sono molti metodi per germinare i semi.

Il metodo più comune e semplice prevede l’uso di strati di carta assorbente saturi in acqua.

Per questo metodo è necessario:

  • Due piatti puliti
  • Tovaglioli di carta
  • semi

Fase 1: Prendere quattro fogli di carta assorbente e metterli a bagno con acqua distillata. I fogli devono essere messi a bagno, ma non dovrebbe esserci acqua corrente in eccesso.

Fase 2: Prendere due dei tovaglioli di carta e metterli sul piatto. Poi mettere i semi di cannabis ad almeno un pollice di distanza l’uno dall’altro e coprirli con i restanti due fogli di carta assorbente imbevuti di acqua.

Fase 3: Per creare uno spazio protetto scuro, prendere un altro piatto e capovolgerlo per coprire i semi (come una cupola).

Passo 4: Assicurarsi che l’area che sia tenuti in caldo – da qualche parte tra 70-90 ° C.




Dopo aver completato questi passaggi, è il momento di aspettare. È possibile controllare i tovaglioli di carta per accertarsi che siano ancora saturi, e se sembrano perdere la loro umidità, è possibile applicare più acqua per mantenere i semi in buone condizioni.

Alcuni semi germinano molto rapidamente, mentre altri possono richiedere diversi giorni. Sai che un seme è germinato una volta che appare la spaccatura sul seme ed un singolo germoglio. Questo è anche conosciuto come la “radice a fittone” – il segno di una germinazione di successo.

E’ importante mantenere questa zona sterile, in modo da non toccare i semi o la radice a fittone quando cominciano a dividersi.

Il trapianto del seme germinato

trapianto germinati semi di cannabis

Una volta che si vede la radice a fittone, è il momento di trasferire il seme germinato nel suo terreno di coltura.

Piccoli vasi da 2 pollici sono un buon punto di partenza.

Riempite i vasi con sciolto, arioso terriccio e fate un buco al centro di circa un quarto di pollice verso il basso con una penna o una matita. Per trasferire il seme, usate un paio di pinzette per raccogliere delicatamente, poi rilasciate il seme nel foro con la radice a fittone rivolta verso il basso e leggermente coprite con il terreno.

Successivamente sarà necessario irrigare il terreno.

Inizialmente utilizzando uno spray in grado di fornire l’umidità senza sovra-saturare il suolo.

Se si vuole si può dare acqua al seme, ma eccesso di acqua può soffocare e uccidere il germoglio.

Prestare attenzione alla temperatura ed al livello di umidità del terreno per mantenere il seme in condizioni ideali e nel giro di una settimana o giù di lì si dovrebbe vedere una piantina che inizia a crescere dal suolo.

La germinazione dei semi non va sempre come previsto.

Alcuni semi saranno “matti”. Altri saranno lenti e richiederanno più tempo per germogliare. Alcuni semi si apriranno in modo rapido e cresceranno rapidamente.

Questa è la bellezza dei semi.

 

Fonte: Leafly

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 2.719 times, 8 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

Leave a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>
*
*