Francia: 4 candidati alla Presidenza (su 5) sono a favore di una riforma normativa sulla cannabis

Francia – Quattro dei cinque principali candidati alle elezioni presidenziali francesi supporta cambiamento in positivo delle leggi sulla cannabis nel paese.

Sotto l’  attuale legge  approvata nel 1970, qualsiasi droga illegale comporta il rischio di una pena di un anno di reclusione e una multa fino a 3.750 euro.

Tuttavia la cannabis rimane una delle più popolari sostanze illegali in Francia, con il 47 per cento dei giovani di età fino ai 17 anni che affermano che hanno provato, secondo un recente sondaggio dell’Osservatorio francese delle droghe e delle tossicodipendenze .

Il centrista  Emmanuel Macron, che attualmente è alle urne per il primo turno di votazione del 23 aprile, e il candidato Francois Fillon , hanno detto che la polizia dovrebbe solo multare per coltivazione e possesso di cannabis.

Queste misure possono sembrare comunque severe, ma sono in realtà un rilassamento della legge attuale. La polizia ha accolto con favore le proposte, dicendo che ridurrà il tempo della corte ed il lavoro di ufficio per un crimine che in molti casi la polizia già affronta chiudendo un occhio.

I candidati a sinistra Jean-Luc Mélenchon e Benoit Hamon hanno detto che la cannabis dovrebbe essere legalizzata, mentre solo Marine Le Pen, l’estrema destra del Fronte Nazionale, si oppone a qualsiasi cambiamento della legge.

“E’ un’idea completamente pazza. Invece, dobbiamo usare tutte le forze a nostra disposizione per combattere la droga ed i trafficanti “, ha detto il direttore della campagna presidenziale della signora Le Pen, David Rachline , alla Radio France 2 nel mese di ottobre.




Finora anche i partiti più piccoli, come i partiti verdi o di sinistra, oltre i comunisti hanno detto che la legge sulla marijuana dovrebbe essere cambiata.

In base alle proposte del sig Macron, la polizia potrebbe emettere avvisi e multe di 100 euro per quelli catturati a fumare per strada.

Philippe Capon , capo del sindacato di polizia francese, ha detto a Le Monde   che l’attuale legge aveva “mostrato i suoi limiti ed era relativamente inefficace.”

“Dobbiamo andare avanti e risparmiare tempo e la forza della capacità, mentre avviene lo sviluppo di misure di prevenzione.”

Mr Hamon ha detto che vuole legalizzare la cannabis completamente, con punti vendita controllati e tassati dallo Stato dove gli adulti possono acquistare cannabis.

Il signor Mélenchon ha anche detto che la cannabis dovrebbe essere legalizzata in modo che possa essere meglio controllata. “Io non sono ipocrita. Ciò che è ipocrita è che essa è vietata quando sappiamo che tutti fumano “ , ha detto in un video pubblicato sul suo sito web, ha detto   C-News Matin.

Le recenti modifiche alla legge in diversi stati degli USA possono aver incoraggiato i politici francesi ha cambiare la loro posizione sulla questione, secondo Le Monde.




Il Canada ha anche annunciato l’intenzione di legalizzare il possesso ed il consumo di cannabis.

Nel XIX secolo i circoli letterari parigini si sono riuniti per fumare hashish e l’assunzione di altre sostanze, tra cui l’oppio.

Il ‘Club des Hashischins’, che comprendeva autori famosi come Victor Hugo , Charles Baudelaire e Honoré de Balzac , teneva incontri mensili in un hotel sulla Ile Saint-Louis, nel centro di Parigi.

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 117 times, 1 visits today)

Commenti

LEAVE A COMMENT