Gasparri attacca Canapisa: “Interrogazione parlamentare, manifestazione da vietare”

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Riportiamo dal sito Pisatoday la notizia incredibile dell’ennesimo tentativo di Maurizio Gasparri, Senatore di Forza Italia, di vietare la manifestazione nazionale in programma a Pisa per difendere l’autoproduzione personale di Cannabis e l’autoconsumo cosciente.

L’interrogazione espone chiaramente la negatività delle manifestazione secondo il Senatore, che passa oltre i limiti della democrazia e della libera espressione: “quali orientamenti intenda esprimere il Parlamento e quali iniziative voglia intraprendere, nell’ambito delle proprie competenze, per porre rimedio all’annosa questione relativa alla manifestazione?”




„”Ogni anno la manifestazione reca numerosi pericoli di ordine pubblico per cittadini, commercianti e turisti che visitano la città di Pisa per cui si chiede al Ministro se possa ritenere opportuno applicare il decreto sulla sicurezza urbana, per tutelare un’area su cui insistono musei, complessi monumentali o altri istituti e luoghi della cultura interessati da consistenti flussi turistici. Crede il Ministro che le motivazioni addotte in passato dal vice Ministro dell’Interno, per giustificare l’avvenuta autorizzazione della manifestazione, siano incompatibili con gli interventi effettuati da parte delle forze dell’ordine, confermati dallo stesso e avvenuti negli anni precedenti?”
Commenta in un comunicato Raffaella Bonsangue, coordinatrice del partito per l’area pisana: “Alla manifestazione potrebbero assistere increduli turisti, famiglie, bambini ed operatori economici, che vorrebbero vedere la città di Pisa nelle condizioni che il suo passato e le sue tradizioni meritano. Stringe il cuore vedere ragazzi, senza miti e senza eroi, organizzarsi e stare insieme solo per esaltare le peggiori manifestazioni di sé, perseguendo uno sballo che li allontana dalla realtà e dal loro futuro”.

Assistiamo increduli alle dichiarazioni esposte in queste brevi quanto assurde righe; è possibile che il tema cannabis approdi in parlamento solo per questioni ridicole o solo per certificare che i Partiti Politici sono indietro rispetto alla società attuale ed ancora ne mistificano l’andamento reale?




Rispetto per Canapisa, rispetto per la Cannabis.

No al Proibizionismo, chiediamo le immediate dimissioni del Senatore Gasparri per le sue dichiarazioni, a nostro avviso lesive della libertà di manifestazione e di libera espressione garantite dalla costituzione.

 

Fonte: http://www.pisatoday.it/politica/interrogazione-parlamentare-gasparri-canapisa-2017.html

 

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 313 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti