Il gigante dell’alcool statunitense entra nel mercato canadese della Cannabis

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Uno dei giganti mondiali dell’industria dell’alcol, la Constellation Brands con sede a New York, sta assumendo posizioni nell’industria della cannabis acquistando quasi il 10% del Canadian Canopy Growth.

Questa voce della multinazionale dell’alcol nell’industria della cannabis fa presumere che non sarà l’unica che vorrà essere presente in questo settore.

Come riportato dal Wall Street Journal, la società statunitense farà un pagamento di 190 milioni di dollari  (o 245 milioni di dollari). Le Due aziende molto importanti nei rispettivi settori verranno ora incorporate per intraprendere le nuove aspettative di business relative alla cannabis.




La Constellation, proprietaria, distributore e venditore di 100 marche di birra, vini e liquori, tra cui Corona e Robert Mondavi, assicura anche che potrebbe aumentare la sua quota fino al 20% se richiesto, secondo il giornale.

Le due aziende vogliono sviluppare congiuntamente e vendere cannabis in bevande infuse nel mercato canadese che presumibilmente sarà legale nel 2019, un anno dopo che la cannabis diverrà legale nel luglio 2018.

Constellation Brands non ha intenzione di vendere qualsiasi prodotto di cannabis negli Stati Uniti.

Ma il suo CEO ha detto a The Wall Street Journal che  la legalizzazione della marijuana a livello nazionale negli Stati Uniti è “molto probabile, dato quello che è accaduto a livello statale.”

Il Canopy, nel frattempo, ha affermato che Constellation fornirà un ampio supporto nell’analisi dei consumatori, nell’andamento del mercato, nel marketing e nello sviluppo del marchio. Ha anche affermato in un comunicato stampa che utilizzerà la maggior parte degli investimenti di Constellation Brands per finanziare l’espansione della piattaforma internazionale di crescita e di sostenere la ricerca e lo sviluppo.




In una nota di ricerca, l’analista di Beacon Securities, con sede a Toronto, Vahan Ajamian ha detto che le aziende dell’alcol – così come le aziende farmaceutiche ed i tabacchi- potrebbero accelerare i piani per entrare nel settore della cannabis legale.

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 62 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti