Gravidanza & Cannabis

Pregnant CannabisE’ sicuramente Tabù parlare di donne in gravidanza e Marijuana, ma vi sveliamo un piccolo segreto: molte donne in gravidanza, in particolare durante il primo straziante trimestre, si rivolgono alla Cannabis per alleviare nausea e stress.

Come per esempio le donne in Giamaica le quali usano regolarmente marijuana per alleviare nausea, stress e depressione assumendo la Cannabis sotto forma di Thè o tonico.

Molti studi nordamericani hanno indicato che l’uso di marijuana può causare difetti alla nascita e problemi di sviluppo. Tuttavia questi studi non hanno isolato il solo uso di marijuana e non hanno fatto distinzione tra uso di cannabis con uso di sostanze più distruttive che vanno da alcool, tabacco, metanfetamina ed eroina.

In Giamaica, Dreher ha trovato una cultura che ha controllato la propria assunzione di ganja e considera il suo utilizzo spirituale.
Riguardo l’impatto della Cannabis utilizzata in gravidanza, Dreher ha consegnando i rapporti utilizzando la scala Brazelton (Scala di valutazione, altamente riconosciuta, del comportamento del neonato),

Il profilo identifica i punti di forza del bambino, risposte adattative e possibili vulnerabilità.
I ricercatori hanno continuato a valutare i bambini dallo studio fino a 5 anni di età.
I risultati hanno mostrato alcun impatto negativo sui bambini, al contrario sembravano eccellere.
Ad un sacco di gente può non piacere la risposta, in particolare ai suoi finanziatori, il National Institute on Drug Abuse, i quali non hanno continuato l’interesse al progetto dello studio e, i quali, non rilasciano facilmente i risultati.

March of Dimes appoggiava – dice Dreher – “Ma era chiaro che il NIDA non era interessato a continuare a finanziare uno studio che non aveva prodotto risultati negativi. Mi è stato detto di non presentarlo. Abbiamo perso l’opportunità di analizzare lo studio attraverso l’adolescenza e l’età adulta.

” Decano in infermieristica presso Rush University con una laurea in infermieristica, antropologia e filosofia, oltre a un dottorato di ricerca in antropologia presso la Columbia University, Dreher non ha avuto esperienza con la marijuana prima che fosse spedito lontano dalla Giamaica.

Lei capisce che i professionisti medici evitano di fare tutto ciò che potrebbe danneggiare alcun sostegno della loro professionalità, nonostante effetti medicinali comprovati della marijuana, in particolare per le donne incinte.

Lo studio del Dr. Melanie Dreher non è il primo studio giamaicano cui sottopone come oggetto di studio il fumare Ganjia.

Uno degli studi più estenuanti è “Ganja in Jamaica—A Medical Anthropological Study of Chronic Marijuana Use by Vera Rubin and Lambros Comitas” – pubblicato nel 1975.

Purtroppo per l’Istituto Nazionale del Centro di Salute Mentale di Studi di stupefacenti e abuso di droga, lo studio medico antropologico ha concluso:

Nonostante la sua illegalità, l’uso ganja è pervasivo, e la durata e la frequenza sono molto elevati; è fumata da un periodo molto lungo e in quantità più pesanti con maggiore potenza di THC negli Stati Uniti senza conseguenze sociali o psicologici deleteri [la nostra enfasi]. 

Fonte: CHRONIC SOLUTION 

LEAVE A COMMENT