Progetto FreeWeed - Legalizzazione Cannabis

HU-444: scoperto un nuovo derivato del CBD con potenzialità anti-infiammatorie

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il cannabidiolo (CBD), come sappiamo,  è un componente della cannabis che ha un alto potenziale per l’utilizzo in diverse aree terapeutiche.

A differenza del Δ (9) -tetraidrocannabinolo (Δ (9) THC), si lega debolmente ai recettori cannabinoidi CB1 e CB2.

Ha una potente attività in vitro sia in vivo e in saggi anti-infiammatori; Così  abbassa la formazione di fattore di necrosi tumorale (TNF) -α, una citochina proinfiammatoria, ed è risultato essere un antiartritica terapeutico orale nell’artrite indotta da collagene murino in vivo.

Tuttavia, in mezzo acido, può ciclizzare allo psicoattivo Δ (9) -THC.

Riportiamo oggi, tramite il sito PUBMED, la sintesi di un nuovo derivato del CBD, denominato HU-444, che non può essere convertito dalla ciclizzazione dell’acido in un Δ (9) composto simile al THC.

In vitro HU-444 ha attività anti-infiammatoria (diminuzione di intermedi reattivi dell’ossigeno e l’inibizione della produzione di TNF-α da parte dei macrofagi); in vivo ha portato alla soppressione della produzione di TNF-α e miglioramento del danno epatico e l’abbassamento dell’artrite indotta.

HU-444 non ha causato Δ (9) effetti simili al THC nei topi.

I ricercatori credono che HU-444 rappresenti un potenziale nuovo agente terapeutico per l’artrite reumatoide e per altre malattie infiammatorie.

 

Fonte: PUBMED

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 196 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti