Progetto FreeWeed - Legalizzazione Cannabis

Il problema è la Legge sugli Stupefacenti, non le Sostanze.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La guerra contro la droga è stato uno dei più grandi fallimenti della politica della società moderna.

Essa amplifica i problemi legati alla droga e non riconosce che gli stati alterati di coscienza hanno un ruolo perfettamente naturale all’interno dell’esperienza umana.

E’ chiaro che molti governi del mondo non sono riusciti ad accettare veramente alcuni fatti molto importanti per poter affrontare le sostanze che si fanno strada attraverso le nostre comunità. Gli esempi includono:

  • Quando si favorisce il mercato nero, si provoca la creazione di sostanze impure o inutili presenti sul mercato;
  • Ci sono sostanze che sono state rese illegali che sono state clinicamente dimostrate fornire un forte valore terapeutico e di sviluppo , negli effetti;
  • Molte persone stanno usando le droghe come fuga da una crisi esistenziale culturale che viene amplificata dalle ideologie materialistiche e consumistiche paralizzanti;
  • Gli esseri umani non smetteranno mai di esplorare la loro coscienza e, pertanto, adeguate politiche di regolamentazione e istruzione devono essere messe in atto correttamente per le persone;

Sembra che i leader del mondo della politica occidentale non abbiano ancora integrato queste informazioni nel loro repertorio di conoscenza, quindi è un presupposto sicuro che non hanno nemmeno preso in considerazione la privazione dei diritti e la sfiducia in loro che questo crea all’interno della popolazione.

L’assurdità dell’attuale approccio alle sostanze che alterano la mente, nella nostra società, così come gli effetti collaterali negativi della politica mal progettata, avrebbero dovuto essere evidenti attraverso le domande di cui sopra, gia da tempo, ma evidentemente queste situazioni non interessano abbastanza.

Nel fine settimana ad un festival di musica australiano chiamato Stereosonic, una giovane ragazza è morta per un’overdose sospetta. E’ il quinto decesso correlato a un festival musicale in Australia nel 2015. Rispetto alle 1500 e più persone che stanno morendo per overdose in Australia ogni anno, di cui oltre l’80% sono attribuiti ai prodotti farmaceutici, nonché le 15 persone al giorno che muoiono di malattie alcol-correlate, i morti per consumo di droghe illecite sono chiaramente una piccola percentuale di decessi sul totale, in Australia e anche in altri paesi occidentali, presumibilmente.

Perché non vi è più rumore per quanto riguarda l’alto tasso di morti per sostanze farmaceutiche? Tale questione è, naturalmente, retorica.

I governi occidentali non possono mai, mai vincere con l’approccio che stanno prendendo all’uso di sostanze. Invece di continuare ciecamente decenni di vecchia “guerra al droga”, si dovrebbe iniziare a guardare le soluzioni reali a tutti i problemi sociali che si manifestano dal commercio illegale di droga.

E ‘semplicemente il buon senso; quindi perché i nostri politici non parlano di questo?

Hanno paura di avvicinarsi lateralmente e in modo intelligente a causa del rischio di offendere quelli della popolazione che hanno convinzioni obsolete e nocive su questo problema?

Sono bloccati in un paradigma che inibisce la loro analisi intellettuale ed etica?

O sono semplicemente ignoranti su come funziona la realtà?

E’ difficile razionalizzare perché continuano questo approccio a ritroso che è direttamente collegato a molte morti nella nostra società, quindi speriamo solo recuperino il ritardo con il mondo reale molto presto.

La verità è che da quando eravamo bambini che giocavamo in tondo fino a che ci venivano le vertigini. Insieme con il sogno, è uno dei primi modi in cui abbiamo esplorato uno stato alterato di coscienza. Eppure tutta la società deve lavorare con un depressivo aggressivo chiamato alcol per sedare la sua sete di avventurarsi attraverso la mente, invece che offrire sostanze salutari e sicure come alternativa legale.

Abbiamo bisogno di rottamare tutto quello che pensiamo di sapere di politica correlata alla sostanze ed iniziare da zero. Naturalmente non possiamo immediatamente regolare le sostanze appropriate e renderle disponibili durante la notte, ma attraverso un ben progettato, processo step-by-step, saremmo in grado di:

  • Depenalizzare tutto l’uso di droga ed il possesso;
  • Educare la società sulle già note verità intorno a queste sostanze, comprese quelle che sono più sicure, quali sono i livelli di dosaggio sicuri e le sostanze più nocive per evitarle;
  • Intraprendere la ricerca clinica robusta su tutte le sostanze illegali per accertare quali potrebbero essere più adatte per la regolazione medicinale e ricreativa e quali non potrebbero;
  • Progettare e lentamente attuare un quadro giuridico per garantire che le sostanze a disposizione del pubblico siano sicure, pure, e gestibili e coerente nel dosaggio.

Un altro approccio immediato che possiamo prendere non è solo rendere la cannabis legale per uso medico, ma anche per l’uso ricreativo. Questa sostanza naturale è stata utilizzata in tutta la civiltà umana dalla nascita della nostra tribù, e finora nei suoi secoli di uso non ha mai ucciso una persona tramite il sovradosaggio. E non solo è efficace medicamente, ma anche evolutivamente .

È un sostituto molto appropriato per l’alcol. Inoltre sarebbe molto utile per la questione di come ridurre l’escalation della violenza nelle nostre società, tramite il rilassamento che produce.

Inoltre sappiamo che la cannabis è un brillante sostituto per le nostre esigenze di energia e  materiali. Può aiutare a ridurre al minimo gli impatti ambientali che le industrie energetiche stanno avendo sui nostri sistemi naturali.

Inoltre utilizzando queste tattiche non dovrebbe scontare che la meditazione dovrebbe essere l’obiettivo finale, in quanto è l’approccio più puro e semplice di espansione della mente.

Il perseguimento di abbattere le barriere del nostro condizionamento e toccare stati mentali che vanno al di là del mondano dell’esistenza umana è raggiunto nel modo migliore attraverso l’incorporazione pratica meditativa nella nostra routine in corso, ma finora non vi è una forte mancanza di incoraggiamento per la meditazione nella nostra società attraverso il nostro curriculum di educazione ed iniziative politiche.

Questo sarebbe un primo splendidamente saggio passo che abbiamo potuto attualizzare immediatamente. Non solo ci sarebbero benefici per la salute della meditazione , ma sarebbe anche un passo per aprire le masse ad una vera e propria discussione attorno a ciò che gli stati alterati di mente sono, perché la gente li persegue e quali vantaggi possono derivare da queste esperienze.

In ultima analisi, lo stigma nella nostra società intorno all’uso di sostanze e stati alterati di coscienza, così come la mancanza di intelligenza e moralità nella concezione politica, semplicemente deve finire; altrimenti la gente continuerà a soffrire e morire, come hanno sempre fatto per colpa della guerra infruttuosa contro le droghe iniziata decenni fa.

L’AUTORE

Phillip J Watt  vive in Australia. La sua opera scritta tratta argomenti dall’ideologia alla società, così come auto-sviluppo. Seguilo su  Facebook  o visita il suo  sito web.

FONTE: TheMindUnleashed

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986
(Visited 180 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

One Response so far.

  1. Victory ha detto:
    I’m grtfeaul you made the post. It’s cleared the air for me.

LEAVE A COMMENT