Il THC presente nella Cannabis può rallentare il processo di invecchiamento

491 Condivisioni

Cosa accadrebbe se la cannabis venisse utilizzata per rendere più lento l’invecchiamento nell’uomo?

Tra i molti benefici della cannabis, questo potrebbe essere il più eccitante.

Presso l’Università di Bonn e l’ Università ebraica di Gerusalemme  , i ricercatori hanno trovato nuove informazioni che potrebbero significare che le abilità cognitive che naturalmente svaniscono negli anni successivi non potrebbero più andarsene.

Usando topi di diverse età come soggetti di prova, hanno sperimentato dando loro piccole dosi di THC.

Dopo di ciò li hanno testati sulle loro capacità di apprendimento e ricordi.

Quello che hanno trovato è stato incredibile.

Approfondimento:  Conoscere il CBD

 

I risultati dei test sui topi sono stati incredibili

I topi trattati con placebo mostravano una normale funzione cerebrale appropriata per la loro età, mentre i topi che ricevevano dosi di THC mostravano una migliore capacità cognitiva.

I topi più anziani mostravano funzioni cerebrali simili a quelle del gruppo di due mesi.

Naturalmente non sono ancora stati condotti studi sull’uomo, ma è chiaro che ciò avrà effetti devastanti sui disturbi che da tempo abbiamo dato per scontati come parte di un processo di invecchiamento. Che si tratti di Alzheimer o Parkinson , le possibilità sono molto eccitanti.

Approfondimento:  Ricetta: Frittata canaposa con uova, carciofi e semi di canapa

 

Prossimo passo: studi clinici sull’uomo per vedere se il THC inverta i processi di invecchiamento e aumenti le capacità cognitive

Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

(Visited 753 times, 1 visits today)
Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT