In California una nuova legge pone fine alle discriminazioni sul lavoro dei pazienti che usano cannabis

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il Comitato per l’occupazione dell’Assemblea californiana  ha dato l’approvazione  all’Assemblea Bill 2069 , progettato per porre fine alla discriminazione dei datori di lavoro nei confronti dei pazienti che usano cannabis.

La proposta legislativa – intitolata la legge sulla protezione dei lavoratori contro la cannabis medica – costringerebbe i datori di lavoro a trattare la cannabis ad uso medico nello stesso modo in cui fanno i farmaci prescritti per legge come per esempio (ma non solo) gli oppioidi. Ai datori di lavoro sarebbe richiesto di dare “accomodamenti ragionevoli” ai pazienti ai sensi della legge statale sull’impiego e l’alloggio .

La legislazione, presentata da Asemblymember Rob Bonta (D) insieme a Asemblymember Bill Quick (D), è stata approvata la settimana scorsa dal  Comitato per l’occupazione e l’occupazione dell’Assemblea in un voto da 5 a 1.

La legge esenta i datori di lavoro che potrebbero essere soggetti a regolamenti federali.

È sponsorizzata da United Food and Commercial Workers ( UFCW ), Service Employees International Union ( SEIU ) e dal capitolo della California della National Organization for the Reform of Marijuana Laws ( NORML ).

Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

(Visited 122 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutube

Commenti

LEAVE A COMMENT