In Colorado si è avviato un progetto per studiare il Genoma della Cannabis

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il controllo dei parassiti , la crescita, i substrati necessari, fabbisogno di fertilizzanti, i processi del ciclo di vita … innumerevoli processi della cannabis sono direttamente correlati al genoma di questa pianta.

Migliorare la conoscenza che abbiamo di lei e della sua natura potrebbe aiutarci enormemente a produrre migliori semi, integratori e sostanze nutritive.

Infatti, attualmente si sta sviluppando un ambizioso progetto per studiare il genoma della cannabis e svelare i molti segreti ancora posti alla comunità scientifica.

Alla periferia della città di Lafayette, un team della University of Colorado è immerso in una indagine per determinare applicazioni medicinali, sul cibo ed anche applicazioni tessili della cannabis in base ad una migliore conoscenza del suo genoma.

Campioni di DNA di diversi tipi di cannabis in diverse parti del mondo stanno effettuando una mappatura e sequenziamento, come mai fino ad oggi era stato svolto .

L’ iniziativa di Cannabis Genome Research , che è il nome del progetto, è guidata da assistente professore presso l’Università del Colorado: Nolan Kane, di 37 anni.

Questo progetto mira a fornire ai coltivatori di cannabis una migliore comprensione di questa pianta per migliorare i loro raccolti, facendo una fornitura, irrigazione e controllo dei parassiti molto più efficace.

Nel corso dei prossimi 18 mesi, il progetto spera di ottenere risultati in uno stato, il Colorado, in cui “abbiamo l’industria e un sacco di esperienza”, dice Nolan Kane che ha anche aggiunto che “è molto più facile da indagare qui per non affrontare ostacoli giuridici di alcun tipo. ”

Secondo i promotori di questo progetto, il genoma della cannabis è unico e, ad oggi, poco è stato studiato, quindi è un campo completamente aperto, le cui applicazioni potrebbero ancora diffondersi.

Ed è che finora gli ostacoli giuridici avevano impedito un’indagine approfondita su una pianta che è ancora in gran parte sconosciuta alla comunità scientifica ortodossa.

E sembra chiaro che il Colorado doveva essere la sede di un progetto che incoraggerà il controllo delle malattie della pianta, la sua coltivazione e il nutrimento. A questo proposito, fonti di Governo dello Stato ritengono che il business in tutto questo stato potrebbe generare circa $ 578 milioni all’anno in termini di attività economica e di tasse sulle aziende che operano nel settore che, nonostante tutto, rimane ancora infante.

 

FONTE: yervaguena.com

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 183 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti