In Germania, a Berlino, si pensa ad una semi-legalizzazione

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

In Germania, Berlino è a un passo dal permettere la vendita di cannabis, anche se sotto stretta supervisione.

Anche se oggi la capitale della Germania è considerata come abbastanza tollerante per i consumatori di cannabis, i risultati delle elezioni municipali hanno portato alla creazione di una coalizione di partiti che stanno cercando attualmente di avanzare nella tematica .

A Berlino dunque si prevede che presto di facilitare notevolmente le leggi sulla marijuana che consentono la vendita legale di cannabis sotto stretta supervisione, come esposto nel sito di Deutsche Welle (  DW  ), che la chiama “semi-legalizzazione”.

Il cambiamento nella politica previsto è dovuto alla vittoria del Partito Socialdemocratico (SPD) alle elezioni comunali, con il partito dei Verdi e il Partito di sinistra che stanno costruendo una coalizione che sostiene e consente l’uso e la vendita cannabis sotto stretto controllo.

In aggiunta al supporto in linea di principio dell’idea vi è che le vendite di cannabis in Germania saranno monitorate, come ha detto Benedikt Lux , dicendo che le tre parti hanno concordato di attuare un test “di una prova pilota controllata per la distribuzione legale e la vendita di cannabis agli adulti. ”

Naturalmente non è una legalizzazione vera e propria, come quelle dei referendum americani.

Berlino è già liberale, soprattutto tra i consumatori di cannabis, e la Germania è considerata uno dei 20 paesi più amichevoli per la cannabis.

Secondo il rapporto esposto sembra che la città sta cercando di far fronte al fenomeno del commercio illegale, in particolare nel famoso parco Görlitzer Park a Berlino nel quartiere Kreuzberg, per “rompere il mercato, dominato da mercato nero.”

In passato i tentativi nei quartieri della città, come Kreuzberg, di consentire l’uso e la vendita di cannabis, non hanno avuto successo, ma sono stati provati.

“Quando questo è patrocinato dalla città di Berlino, le possibilità di successo sono molto più alte. ” 

Anche gli attivisti Berlinesi insistono, piantando durante le manifestazioni piante di cannabis nei giardini pubblici, tra cui di fronte all’edificio della polizia.

La legislazione tedesca e gli stati federali ancora trattano la cannabis come una droga pericolosa e proibita, ma nel 1994 un tribunale distrettuale ha stabilito che criminalizzare i consumatori di marijuana a causa di quello che viene definito come “l’uso per se stessi” non è una violazione della costituzione tedesca.

La procedura oggi è sotto la giurisdizione del procuratore distrettuale per determinare o meno di presentare una querela nei confronti di coloro che sono coinvolti.

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 336 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti