La cannabis delle Farmacie “sballa” come quella “illegale”, se non di più: Ma non è questo il punto.

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Sentendoci direttamente, o indirettamente, toccati dalle parole del Farmacista Luca Guizzon rilasciate a Repubblica.it sulla situazione della Cannabis fornita a livello medico dalle Farmacie denominata FM2, prodotta in Italia dall’Istituto Farmaceutico Militare di Firenze, il quale dichiarava apertamente che la stessa cannabis in questione (riportiamo testualmente)  “non porta sballo”, ci sentiamo in dovere, per rispetto di una corretta informazione verso i cittadini, di esporre alcuni fondamentali chiarimenti su questa dichiarazione, permettendoci di confutarla, senza voler mancare di rispetto, ma chiedendo chiarezza ed onestà intellettuale.

La Cannabis di Stato, che chiameremo rapidamente FM2, sballa esattamente quanto la cannabis che si trova “in strada”, illegale, per “uso ludico”, se vogliamo chiamarlo così.

E’ vero, come sostenuto nell’intervista, che il bilanciamento dei principi attivi porta un abbassamento del livello di “effetto” ma non lo elimina assolutamente! Esso dipenderà comunque sempre dalla predisposizione della persona e dal suo sistema endocannabinoide al momento dell’assunzione.

Inoltre, la stessa cannabis che si può autocoltivare può raggiungere gli stessi identici requisiti di bilanciamento (se non superarli).

Ma, dato che non ci è possibile analizzare un campione di cannabis autoprodotto, ci atterremo a quella illegale che purtroppo circola e che molti, moltissimi consumatori sono costretti, per via delle severe pene per la coltivazione personale, ad acquistare ed usare.

Il Test Magazine aveva analizzato campioni di cannabis provenienti dalle piazze italiane, misurandone il THC.

I risultati davano una media di circa THC 7%, ma uno di questi campioni era molto simile ai valori della FM2 (Monza: THC <3%, CBD >3%).

Dunque perchè diffondere disinformazione, paventando differenze sostanziali tra la cannabis “controllata” e quella illecita, poi affermando persino che non sballi quella venduta dalle farmacie?

Ma, come scritto nel titolo, nonostante queste informazioni errate, non è questo il punto.

Davvero vogliamo ancora minimizzare il discorso Cannabis allo sballo? Ma è davvero questo il problema?
E’ davvero così grave, nel caso, essere di buon umore, ridere e vedere il mondo con una prospettiva meno seriosa e più leggera?

Perchè sono questi gli eventuali effetti dello “sballo” con la cannabis.

E questo senza considerare che, comunque, chi va ad assumere questa Cannabis ha a monte problematiche di dolore e sofferenze che di certo, a lungo andare, tolgono vitalità e sorrisi, ed al massimo questi effetti che voi considerate “sballo” sono solo parte del lato terapeutico positivo della cannabis.

E’ incredibile che il farmacista si preoccupi nel ribadire come prima cosa che “quella” cannabis non sballi.

Ma, scusate, che cosa c’entra?

Perché se sballasse non avrebbe le proprietà mediche desiderate?

O forse si crede che sia come dire: “la nostra farmacia non vende droga”.

La farmacia, forse non è chiaro, è un “aggregatore di droghe, cioè di sostanze che hanno un qualche effetto sull’organismo”.

Consideriamo anche quell’IMPERATIVO: non fumatela. Come se fosse un pericolo di morte…

Certo è sacrosanto e lecito spiegare che il metodo di assunzione consigliato, soprattutto per chi ha patologie gravi, è quello di utilizzarla come tisana (o vaporizzarla per evitare la combustione, strano che non si sia accennato) ma esposto in questo modo sembra che proprio non si debba fare per chissà quale pericolo, sia fisico che sociale!

Ecco, riteniamo che questo sia un modo utile solo a creare confusione e disinformazione, inconsapevolmente, nella mente delle persone.

 

 

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 2.678 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google Plus
Vai alla barra degli strumenti