La Cannabis non porta all’uso di droghe pesanti

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Ci sono differenze nella percezione pubblica e professionale circa l’uso di Cannabis.

Il 32% degli americani crede che la dipendenza da Cannabis sia un pericolo per la società.

Tuttavia, l’Istituto di Medicina Americano è abbastanza chiaro nel dire che: “La Cannabis non ha dimostrato wholesale nfl jerseys di essere la causa o anche il più grave preannuciatore di grave abuso wholesale NFL jerseys di droga” (Joy JE, Watson SJ, einen Benson JA: Marijuana cheap NFL jerseys and Medicine: Olympia! Assessing the Science Base. National Academy of Sciences, Institute of Medicine. Washington, D.C; 1999. pag. 10).

La dipendenza da Cannabis può benissimo essere problematica, ma l’Istituto di Medicina ha anche concluso che: “rispetto all’alcol, il tabacco, e diversi farmaci di prescrizione, il potenziale di abuso di Cannabis appare relativamente piccolo e certamente entro limiti gestibili per i pazienti sotto la cura di un medico” (pag. 58).

Gli effetti terapeutici positivi della Cannabis sono stati documentati dall’Istituto di Medicina degli Stati Uniti ( Joy JE, Watson SJ, Benson JA: Marijuana and Medicine: Assessing the Science Base. National Academy of Sciences, Institute of Medicine. Washington, D.C; 1999.) ,dall’American College of Physicians (American College of Physicians: Supporting Research into the Therapeutic Role of Marijuana. Philadelphia, PA; 2008.) in relazione alla psicosi, disturbo bipolare, ansia, dolore, anoressia, nausea, e la spasticità muscolare, tra cui randomizzati, controllati con placebo, le prove di crossover (Wilsey B, Marcotte Antibatterici T, Tsodikov A, Millman J, Bentley H, Gouaux B, et al.: A Randomized, Placebo-Controlled, Crossover Trial of Cannabis Cigarettes in Neuropathic Pain. The Journal of Pain 2008, 9:506-521.).

In una rassegna completa di studi pubblicati su Hall W, Room R: The Effects of Cannabis Use on Mental Health in a Public Health Perspective (The Beckley Foundation. Oxford, Konferencje UK; 2008.) si è 本格スタジオで格安録音 concluso che non vi è una ragionevole evidenza che suggerisca che l’uso regolare di Cannabis preveda un aumento del rischio di schizofrenia e dei sintomi psicotici. Essi hanno inoltre concluso che il danno per la salute pubblica derivante dalla cannabis rimane sostanzialmente inferiore a quello derivato da sostanze legali come alcol e tabacco.

Inoltre ulteriore conferma è arrivata da  uno studio finanziato dall’Unione europea e coordinato dal Centro Interdipartimentale di Biostatistica e Bioinformatica dell’Università di Roma Tor Vergata: ‘Il consumo di cannabis di per se’ non influenza la probabilita’ di passaggio all’eroina o alla cocaina’. A far aumentare le probabilita’ di passaggio sono ‘i fattori sociali’.

Lo studio, che ha l’obiettivo di mettere a disposizione nuovi strumenti metodologici per la politica, si è concluso a febbraio 2013.
L’analisi sul passaggio da una sostanza stupefacente all’altra e’ stata svolta ‘su un campione ‘distorto’ di oltre mille Hei?e persone tossicodipendenti detenute nelle carceri italiane (300 dipendenti da eroina, 800 da cocaina)’. ‘Applicando il risultato del campione all’intera societa’ italiana il legame tra le sostanze risulterebbe ancora piu’ debole’, osserva Giovanni Trovato, professore associato di Economia: ‘La probabilita’ di passaggio dalla cannabis all’eroina diminuisce con l’avanzare dell’eta’ e sul consumo di eroina influiscono maggiormente le condizioni sociali, come il tasso di disoccupazione, quello di scolarizzazione e quello di reati’, che il consumo di cannabis.

 

Fonti:

Harm Reduction Journal: http://www.harmreductionjournal.com/content/7/1/3#B8

Aduc: http://www.aduc.it/notizia/consumo+cannabis+non+porta+eroina+studio_125924.php

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 343 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

One Response so far.

  1. giancarlo ha detto:
    BUONGIORNO, HO VISTO E LETTO IL SERVIZIO DELLE IENE DELLA “PROGETTO CANNABIS”.

    SONO UN RAGAZZO DI 36 ANNI CHE DA PIU’DI 16 ANNI HO AVUTO UN’INCIDENTE E
    MI TROVO IN CARROZZINA CON UNA LESIONE MIDOLLARE, MA O UNA FORTE
    SPASTICITA’ E RIGIDITA’CON FORTI DOLORI, E PER STARE MEGLIO USO LA
    CANNABIS….

    PER QUESTO CHIEDO A VOI COME FARE AD AVERE LA CANNABIS COME E STATO
    FATTO VEDERE NEL SERVIZIO FATTO DA VIVIANI DELLE IENE, ED ESSERE VOSTRO
    SOCIO PER APPROVARE QUESTO PROGETTO.

    ASPETTO VOSTRE NOTIZIE

    DISTINTI SALUTI

    GIANCARLO

     

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti