La Giamaica dà il benvenuto al suo primo rivenditore legale di Cannabis

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La Giamaica, il luogo di nascita di varietà locali come Lamb’s Bread e icone della musica come Bob Marley, è stata a lungo una capitale della cultura della cannabis, ma solo negli ultimi anni il paese ha allentato le sue leggi sulla pianta.

Ora, dopo anni di discussioni normative, il primo rivenditore di ganja legale dell’isola è pronto per celebrare la sua grande apertura.

Sabato, Kaya Farms offrirà un tour della sua struttura, un luogo incentrato sul benessere e turistico-friendly nella parrocchia di Saint Ann, nella Giamaica, sulla costa settentrionale dell’isola.

Con una caffetteria, un lounge, un juice bar e una casa delle erbe aromatiche, che offre una gamma di fiori e concentrati in vendita, mira a mostrare la storia della cannabis in Giamaica e dare agli ospiti un posto dove rilassarsi e rinfrescarsi.

“Quello che stiamo cercando di fare è creare un ecosistema”, ha detto a Leafly il presidente dell’azienda Balram Vaswani.

I visitatori possono vedere come vengono coltivate le piante, scegliere i prodotti e gustarli in un ambiente sociale che Vaswani paragona ai “vecchi caffè di Vienna”, che hanno avuto un ruolo centrale nella società civile. “Dopodiché”, ha detto, “possono bere un drink dal juice bar o fare un massaggio con creme CBD”.

Per Vaswani, la grande apertura è il culmine di un viaggio lungo anni. “In termini di attività di lobbying, facendo le conferenze, lavorando con esso, è stato dal 2013”, ha detto.

La compagnia ha ottenuto una licenza per la ricerca sulla cannabis nel 2015, un permesso di coltivazione alla fine del 2017 e una licenza per il dispensario lo scorso gennaio.

Tuttavia, la burocrazia era solo una parte del processo. Vaswani ha detto che ha anche trascorso quasi due anni raccogliendo cimeli di ganja giamaicana nel tentativo di preservare e condividere la storia della cannabis dell’isola.

“La Giamaica è una delle mecche della ganja, o erba o cannabis”, ha detto Vaswani.

Ma negli ultimi decenni, a causa delle pressioni della guerra alla droga e delle influenze esterne, molte delle varietà classiche del paese sono sfumate sullo sfondo.

“Avevamo una varietà molto più ampia di sative nei primi anni ’80”, ha detto Vaswani, ma siccome la California è diventata più plasmante per i gusti dei consumatori, le indiche come OG Kush hanno iniziato ad arrivare. Da lì, gli allevatori locali hanno mescolato la genetica e non sempre intenzionalmente.

“A causa dell’impollinazione incrociata”, ha detto Vaswani, “tutto è finito per essere una specie unica”.

Kaya Herbhouse si propone di risolverlo . In vendita da sabato sarà la genetica del cimelio, con varietà premiate come Goldenback Gorilla, Jamaican Skunk, Mangonani e Sting-a-Ling sugli scaffali dei negozi. (L’ultimo si è guadagnato il nome, ha spiegato Vaswani, perché “punge e indugia”).

Saranno disponibili anche i concentrati, anche se la compagnia è stata così impegnata a prepararsi per il lancio, ha detto Vaswani, che hanno dovuto chiedere ad un concorrente di aiutare con l’estrazione. L’impianto di estrazione della società dovrebbe essere operativo entro poche settimane.

Quanto costa la cannabis giamaicana? Vaswani ha detto che i prezzi di Kaya saranno circa il 50% in meno dei tipici prezzi americani. “In genere un grammo negli Stati Uniti costa $ 10”, ha detto. “Un nostro grammo costa $ 5”. I concentrati, ha aggiunto, correranno a circa $ 15 per mezzo grammo.

Cosa non troverai: edibles, che non sono permessi dal Ministero della Salute della Giamaica.

Pianificazione di una visita? Kaya Farms è di circa un’ora a un’ora e mezza di distanza dai due principali aeroporti del paese, ha detto Vaswani.

I visitatori di Kaya Herbhouse dagli Stati della cannabis legale negli Stati Uniti potrebbero effettivamente trovare alcuni prodotti familiari sugli scaffali. Il negozio vanta marchi come Tokyo Smoke, Van der Pop, DOJA, Marley Natural e altri. C’è persino una linea di prodotti CBD, compresi lozioni e pomate .

“Posso garantire che tutta la nostra erba è sottoposta a un benchmark rispetto a tutti gli standard internazionali”, ha detto Vaswani, “che può essere dimostrata dai nostri risultati dei test di Steep Hill,” un importante laboratorio di analisi della cannabis.

Chi può comprare? È un po’ complicato, dato che la cannabis è permessa in Giamaica solo per uso medico o religioso. Gli stranieri sono in grado di acquistare cannabis se hanno una carta d’identità di marijuana medica o la raccomandazione di un altro medico, e tecnicamente un turista potrebbe ottenere una raccomandazione da un medico in Giamaica, ma la cannabis per uso adulto non è ancora legale in Giamaica.

Vaswani ha detto che spera che la Giamaica possa espandere il suo programma di cannabis. “Man mano che il settore emerge, forse potrebbe non essere così stretto come ora, ma non vogliono commettere errori all’inizio”, ha detto. Per ora, i visitatori di Kaya senza una raccomandazione medica “possono ancora godere dei benefici della struttura e dell’atmosfera”.

I turisti che cercano un gusto autentico della cultura rastafariana, tuttavia, potrebbero voler guardare altrove. Vaswani, che è nato giamaicano ma non Rastafariano, ha detto che ci sono importanti differenze tra la cannabis che cresce e quella cresciuta per i Rastafariani, che considerano la ganja come sacramento. Ad esempio, ha detto, “Potrei usare il guano di pipistrello per il mio super suolo”, mentre i rastafariani potrebbero non usare affatto sottoprodotti animali.

“Avranno sempre la loro strada e avranno sempre il loro posto”, ha detto Vaswani. E mentre spera di attirare turisti nella struttura di Kaya, li incoraggia anche a cercare una migliore comprensione della cultura Rasta. “Hanno combattuto per questo”, ha detto.

Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

(Visited 305 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutube

Commenti

LEAVE A COMMENT