La Legalizzazione della Cannabis è più “votata” dei Candidati alla Presidenza degli USA

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Un nuovo sondaggio rileva che la maggioranza degli elettori nei tre principali stati in bilico riguardo alle votazioni sulle presidenziali supportano maggiormente la legalizzazione della Cannabis rispetto alla chiarezza della scelta nel candidato politico.

L’indagine svolta dalla Quinnipiac University, pubblicata mercoledì scorso, mostra anche che la fine della proibizione della cannabis è desiderata sia a livello medico sia a livello ludico per la maggioranza dei votanti.

La legalizzazione è supportata dal 56 per cento in Florida, dal 52 per cento in Ohio e dal 57 per cento in Pennsylvania.

Inoltre incrociando i risultati e chiedendo ai singoli schieramenti politici si può notare come anche all’interno degli stessi vi sia una maggioranza potenziale favorevole alla legalizzazione.

FLORIDA OHIO PENNSYLVANIA
legalizzare Marijuana 56% 52% 57%
Marijuana medica 80% 90% non chiesto
Hillary Clinton 37% 34% 37%
Donald Trump 37% 36% 39%
Bernie Sanders 43% 45% 50%

Il supporto per la legalizzazione della cannabis è particolarmente elevato tra i democratici e gli indipendenti in tutti e tre gli stati.

 supporto legalizzazione cannabis FLORIDA OHIO PENNSYLVANIA
Democratici 63% 67% 67%
indipendenti 65% 57% 61%
repubblicani 40% 30% 41%

La cannabis medica è ancora più popolare, a volte ottenendo più del doppio del sostegno da parte degli elettori rispetto a quello che danno agli stessi candidati presidenziali.

In Ohio il 90 per cento degli elettori sostiene che ai pazienti sia lasciato l’uso di cannabis medica con il supporto dei loro medici. In Florida l’80 per cento degli elettori ha detto che dovrebbero eseguire la legalizzazione della marijuana medica.

Questi risultati fanno ben sperare negli Stati Uniti per una modifica delle regole della cannabis medica che è già qualificata per il voto di novembre della Florida e una misura simile, per la quale gli attivisti stanno raccogliendo le firme, andrà in Ohio.

Nel sondaggio, le proposte di riforma delle leggi sulla cannabis sono state anche più popolari dei funzionari eletti attualmente in servizio, tra cui tutti e sei i senatori degli Stati Uniti dai tre stati selezionati. Tra i governatori, solo John Kasich dell’Ohio ha superato la legalizzazione della cannabis nel sondaggio, anche se non è così popolare come la cannabis medica.

La Legalizzazione della cannabis e la cannabis medica sono più popolari degli elettori di Donald Trump lungo il confine degli Stati Uniti con il Messico, che ha ricevuto il supporto inferiore del 50 per cento in tutti e tre gli stati. I concetti di riforma legge sulla marijuana hanno anche superato nei sondaggi le prestazioni di lavoro del presidente Obama e la sua nomina di Merrick Garland alla Corte Suprema degli Stati Uniti.

Tutti e tre i rimanenti candidati presidenziali si sono impegnati a permettere agli Stati membri di attuare le proprie leggi sulla cannabis senza interferenze federali, ma solo Sanders ha espresso sostegno personale per la politica di legalizzazione della cannabis.

In America la situazione, anche analizzando i numeri politici, è decisamente migliore rispetto a quanto avviene oggi da noi in Italia, dove viene sbandierato un sostegno pubblico all’azione di un’Intergruppo che in realtà continua a prendere tempo, sicuro di non avere i numeri oggi per questa riforma, e nemmeno forse, nel profondo, volerla realmente attuare.

Fonte: marijuana.com

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 239 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti