La Luna e la Coltivazione di Cannabis

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La maggior parte dei coltivatori di Cannabis considerano che i parametri principali per la crescita delle piante siano la luce solare e le lampade per la coltivazione indoor.

La luce, infatti, stimola le piante a produrre cime e resina, influenzando direttamente i nostri raccolti. Tuttavia, fin dalla notte dei tempi, i contadini sanno molto bene che sulla crescita di una pianta agiscono anche altri parametri naturali.

Uno dei fattori più trascurati dai coltivatori di Cannabis sono le fasi lunari. Seguendole correttamente, si possono ottenere significativi risultati sul prodotto finale. Per cui, se siete interessati ad ottenere i migliori raccolti possibili, dovrete iniziare a guardare la luna con occhi diversi. Con qualche accorgimento in più, riuscirete a germinare i vostri semi in tempi più ridotti, le vostre piante saranno più resistenti allo stress e i raccolti più abbondanti.

LE FASI DELLA LUNA

Diamo un’occhiata alle fasi lunari e alla loro azione sulle colture. Le fasi descrivono la variazione dell’angolo tra Luna, Terra e Sole, oltre a mostrare come la Luna orbita intorno al Sole e, allo stesso tempo, intorno alla Terra. Queste variazioni sono visibili di notte, quando alziamo lo sguardo verso il cielo per osservare la luna, alle volte piena e alle volte parzialmente ombreggiata.

Queste fasi possono essere anche riassunte con calante o crescente:

La luna è crescente nelle fasi conosciute come luna nuova, luna crescente, primo quarto di luna e gibbosa crescente.

FASI DELLA LUNA marijuana

La luna è calante nelle fasi conosciute come luna piena, gibbosa calante, ultimo quarto e luna calante.

FASI DELLA LUNA cannabis

Il ciclo nel quale la luna passa attraverso le diverse fasi viene suddiviso ulteriormente in quarti:

• Luna nuova al primo quarto

• Primo quarto a luna piena

• Luna piena all’ultimo quarto

• Ultimo quarto a luna nuova

L’intero ciclo si completa ogni mese.

A questi quarti potremmo associare le quattro principali fasi della coltivazione, ovvero piantare, concimare, raccogliere e, finalmente, consumare. Anche le quattro fasi intermedie (luna crescente e calante e gibbosa crescente e calante) svolgono un ruolo molto importante nel ciclo di vita di una pianta (come approfondiremo nel prossimo paragrafo).

APPLICATE QUESTE CONOSCENZE ALLE VOSTRE COLTURE

Ma allora come può una fase lunare influenzare la crescita di una pianta?

In generale, quando la Luna è calante, le piante tendono a sforzarsi maggiormente per produrre foglie e fuoriuscire dal substrato; quando invece è calante, le piante tendono a concentrare le energie nello sviluppo dell’apparato radicale.

Ciò significa che tutte le specie vegetali con foglie e crescita verticale, come la Cannabis, dovrebbero essere seminate in luna crescente.

La fase di luna crescente migliora ed accelera la germinazione dei semi.

I semi piantati in questo periodo, infatti, mostrano un tasso di germinazione molto più elevato e veloce.

Durante la fase di gibbosa crescente, invece, le piante tendono ad assorbire maggiori quantità d’acqua e, quindi, di sostanze nutritive, in quanto l’attrazione gravitazionale della luna attira verso l’alto l’acqua.

Nella fase di luna calante, la forza gravitazionale diminuisce, offrendo alle piante un periodo di riposo; questo periodo è ideale per la potatura, la distruzione di erbacce e la preparazione di un nuovo ciclo colturale.

Il periodo più consono per la raccolta, invece, è in luna nuova, in quanto gli effetti gravitazionali di questa fase consentono di avere il contenuto minimo d’acqua all’interno delle cellule vegetali, il che aiuterebbe ad accelerare l’essiccazione e la concia.

 

FONTE: Royal Queen Seeds

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 1.209 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti