L’Associazione Antigone si rivolge a Magistratura democratica per un supporto verso la legalizzazione della cannabis

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail
Il presidente di Antigone, associazione “per i diritti e le garanzie nel sistema penale” a cui aderiscono prevalentemente magistrati, operatori penitenziari, studiosi, parlamentari, ha poi citato il progetto legato alla nascita di una struttura che si occupi di “un contenzioso strategico” per le liberta’ civili

“Vi vorremmo a nostro fianco nella campagna per la legalizzazione della cannabis” finalizzata ad “un cambio forte di paradigma sulle droghe”.

E’ questa la richiesta lanciata dal presidente dell’Associazione Antigone, Patrizio Gonnella, alla platea del 21esimo congresso nazionale di Magistratura democratica in corso a Bologna.

“Vi vogliamo con noi – ha detto Gonnella durante il suo intervento – nelle campagne progressiste.

Recentemente abbiamo fatto un sit-in in Parlamento che ha visto la vostra adesione per introdurre il reato di tortura nel codice penale. Si tratta dell’unico reato che ha un obbligo di natura costituzionale.

Vi vogliamo al nostro fianco sempre piu’ forti in questa campagna”. Il presidente di Antigone, associazione “per i diritti e le garanzie nel sistema penale” a cui aderiscono prevalentemente magistrati, operatori penitenziari, studiosi, parlamentari, ha poi citato il progetto legato alla nascita di una struttura che si occupi di “un contenzioso strategico” per le liberta’ civili.

“Abbiamo bisogno di voi – ha detto Gonnella riferendosi ai giudici di Md – per far fare progressi ad una legislazione che, prigioniera di una politica molto debole, passi in avanti non ne fa. Come societa’ civile – ha concluso – abbiamo bisogno di una magistratura democratica e progressista”.

 

FONTE: corrierequotidiano.it

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 151 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti