Le 9 iniziative sulla cannabis negli Usa alle elezioni del 4 novembre

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Mancano due settimane a quando si terranno le elezioni americane: ecco le 9 iniziative sulla cannabis che si voteranno

Siamo ad appena due settimane prima delle elezioni dell’8 novembre. Nove territori degli Stati Uniti  voteranno iniziative sulla cannabis, cinque di loro per legalizzare la cannabis per tutti oltre i 21 anni. Una recente indagine mostra che le nove misure sono in buona posizione per essere adottate, ma può succedere di tutto in questi ultimi giorni. Questo rende di vitale importanza per i sostenitori della riforma sulla cannabis ottenere voti e diffondere la parola in ogni caso.

Ecco le 9 iniziative ed i relativi stati:

Nevada

Domanda 2 , è la prima iniziativa per le elezioni di novembre di quest’anno, parla di legalizzazione del possesso fino a un’oncia di marijuana, di coltivazione personale fino a sei piante e produzione di stato – con licenza per vendere cannabis. Come le altre iniziative per legalizzazione che si voteranno il prossimo mese, si applicherebbe solo ai maggiori di 21 anni.

California

Proposizione 64 , simile a quella del Nevada (Domanda 2) modellato sull’ Emendamento 64 del Colorado che ha legalizzato la cannabis in quello stato nel 2012. Se diventa legge, la Proposition 64 consentirebbe ai 21enni e più di possedere fino a un oncia di marijuana (attualmente depenalizzata), potranno crescere fino a sei piante e acquistare cannabis e i suoi derivati (edibles, tinture, ecc) in punti vendita autorizzati.

Massachusetts

Domanda 4 legalizzerebbe il possesso di fino a un’oncia di marijuana, darebbe la possibilità di crescere fino a sei piante e creare punti vendita di cannabis. Inoltre questa misura dovrebbe inoltre consentire il possesso di un massimo di 10 once in una residenza privata, la più alta quantità consentita tra tutte le iniziative per la legalizzazione sulla scheda elettorale di quest’anno.

Arizona

Seguendo la tendenza delle altre misure di regolarizzazione, la Proposition 205 potrebbe  legalizzare il possesso di fino a un’oncia di marijuana, la coltivazione personale di fino a sei piante di cannabis e la creazione di punti vendita di cannabis, per oltre i 21 anni.

Maine

Il questionario successivo che apparirà sulla scheda elettorale questo 8 novembre è la questione sub 1  ; “Consentire il possesso e l’uso di marijuana dalla legge statale per le persone che sono almeno di 21 anni di età, e permettere la coltivazione, la produzione, la distribuzione, il collaudo e la vendita di marijuana e prodotti soggetti alla regolamentazione statale, tasse e un’ordinanza locale? “La misura è molto simile alle altre proposte sulla cannabis (persone con più di 21 anni possono possedere l’oncia, crescere sei piante e creare punti vendita).

Florida

L’ Emendamento 2 potrebbe  legalizzare il possesso, l’uso e la distribuzione di cannabis in congedo medico per coloro che ricevono una raccomandazione da un medico. Una misura quasi identica non è riuscita a diventare legge nel 2014, nonostante la ricezione di oltre il 50% dei voti (infatti come in questo provvedimento, il 60% è necessario per essere approvato). Tuttavia, i recenti sondaggi mostrano che la misura è superiore al 70% di consensi, quindi anche se esso non dovrebbe essere troppo sicura di sé, non c’è motivo di non essere ottimisti.

Dakota del Nord

La misura del North Dakota  è simile a quella della Florida, in quanto consentirebbe a coloro che ricevono una raccomandazione da un medico di acquisire, possedere e usare la cannabis e i suoi prodotti per uso medico. Sarà un risultato difficile vincere la votazione su questa misura, che è una delle iniziative che è “in aria” nella votazione di quest’anno.

Montana

Montana ha legalizzato la cannabis medica, tra cui i dispensari, anni fa, ma le sentenze dei tribunali e le modifiche legislative hanno reso la legge praticamente irrilevante, con la maggior parte delle cliniche che hanno operato che sono state chiuse ed i diritti della maggioranza dei pazienti eliminati . La misura  i-182  invertirebbe la maggior parte dei cambiamenti, eccessivamente restrittivi, e potrebbe tornare a stabilire un efficace sistema medicinale per la cannabis.

AR

Lo stato dell’Arkansas ha un po’ di confusione, dato che ora ci sono due iniziative sulle elezioni di novembre che potrebbero legalizzare la cannabis medicinale. Tuttavia la maggior parte dei sostenitori della cannabis medica appaiono per essere a sostegno della misura denominata  Arkansas per la cura compassionevole. Questo è il gruppo dietro l’iniziativa di voto cannabis medicinale nel 2014, che è stato sconfitto per un soffio con la ricezione di oltre il 48% dei voti.
Questa iniziativa, che è stata la prima ad ottenere posto sulla scheda elettorale, inoltre potrebbe consentire ai pazienti di sviluppare la propria cannabis se si non si vive vicino a una clinica, mentre l’altra iniziativa parallela non lo permetterebbe.

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 156 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti