Le Isole Cayman approvano l’uso dell’olio di cannabis a livello medico

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Il Governatore delle Isole Cayman, Helen Kilpatrick, ha acconsentito ai cambiamenti nella legge permettendo l’importazione di olio derivato dalla pianta di cannabis per scopi medici.

Ciò significa che i farmacisti e medici nelle Isole Cayman possono legalmente importare olio e prescrivere la cannabis ai pazienti, a condizione che possano trovare una fonte per l’importazione.

Il disegno di legge non legalizza l’uso della cannabis per scopi medici.

La legislatura ha approvato all’unanimità le modifiche per consentire l’importazione del prodotto.

Secondo la versione finale dell’emendamento Drug Abuse 2016: “L’uso di estratti e tinture di cannabis per scopi medici o terapeutici, prescritti da un medico autorizzato in conformità con la legge di Esercizio Salute come parte del trattamento per una persona sotto la cura di un medico, è legale. “

La versione finale della legge lascia al regolamento di emissione del Gabinetto di esplicare come si verificheranno l’importazione, lo stoccaggio e la distribuzione della sostanza.

Questi oli sono ammessi solo per la distribuzione tramite un farmacista autorizzato.

Il cambiamento delle norme che disciplinano i prodotti farmaceutici sono state introdotte per il passaggio del disegno di legge, ha detto il premier Alden McLaughlin .

“Ci sono alcune riserve circa l’uso di questo olio e il suo scopo, perché ci sono ancora dubbi sulla sua efficacia” , ha detto McLaughlin nel mese di ottobre nel corso di un dibattito nell’Assemblea legislativa in materia.

“In nessuna parte del mondo sono ancora stati in grado di determinare in via definitiva che ci sono effetti curativi che molti dei suoi sostenitori credono. Tuttavia, è molto utile nel trattamento di una varietà di sintomi che derivano da gravi malattie. “

Il primo ministro ha anche detto che ci potrebbero essere domande su quale potrebbe essere la fonte di olio di cannabis, dal momento che molti dei vicini nei Caraibi non hanno alcuna legislazione in materia di coltivazione di cannabis.

“Ma non vogliamo che la gente continui nella sofferenza , “ ha detto.  “Siamo convinti che dobbiamo fare quello che possiamo fare.”

Nessuno nelle Isole Cayman attualmente produce olio, ed importarlo dagli Stati Uniti può essere difficile, se non impossibile, a causa dei divieti federali sul trasporto internazionale di tali sostanze.

Il cittadino Dennie Warren Jr . l’anno scorso è stato il primo che ha presentato la questione al blocco politico che ha portato ai progressisti del governo, dopo aver appreso che i trattamenti di chemioterapia e radiazioni per sua moglie, che ha fase 4 del cancro polmone, non sarebbero stati efficaci nel trattamento della malattia.

Ha detto che diversi paesi tra cui la Giamaica ed il Canada hanno dato indicazioni per considerare la legalizzazione.

“Meglio avere già pronta una legge per quando questo accadrà” ha concluso Mr. Warren.

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 82 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti