La Regione Emilia Romagna si schiera a favore del DDL “Cannabis Legale”

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La maggioranza di centrosinistra in Regione ha presentato una risoluzione che appoggia il testo in discussione in Parlamento, ossia la proposta di legge sulla legalizzazione della cannabis.

Pd e Sel chiedono inoltre alla Giunta Bonaccini di incaricare Ervet, la società in house della Regione, di “analizzare l’impatto che la legalizzazione della cannabis avrebbe sul territorio regionale in termini di incremento di posti di lavoro, sviluppo economico ed aumento degli introiti fiscali nei bilanci pubblici”. Per il momento però la discussione è rinviata a settembre.

La risoluzione porta la firma dei vendoliani Yuri Torri e Igor Taruffi, insieme ai dem Valentina Ravaioli, Massimo Iotti e Silvia Prodi. “Lo Stato americano del Colorado – rilevano i consiglieri di maggioranza, in una nota – ha legalizzato la cannabis nel 2014 e offre un esempio attuale degli effetti di tale scelta politica. All’inizio del 2015, oltre all’aumento degli introiti fiscali, il Colorado contava già 16.000 persone occupate nel nuovo settore. In quello stesso anno non si è verificato alcun aumento di spesa sanitaria (dato confermato anche da un paese come l’Olanda che ha uno storico di dati a disposizione), non c’è stato alcun aumento di incidenti stradali e lo spaccio si era già ridotto di due terzi”.

Inoltre, dati recenti dimostrerebbero anche come, dopo due anni e mezzo, non ci sia stata alcuna facilitazione nell’accesso alle sostanze da parte degli adolescenti e come, al contrario, il consumo tra i giovani sia in calo rispetto ai dati del 2012 (dal 25 al 21%)”.

In poche parole, sostengono Pd e Sel, non ci sarebbero controindicazioni dalla legalizzazione della cannabis. (agenzia dire)

 

FONTE: BOLOGNATODAY

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 784 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti