Progetto FreeWeed - Legalizzazione Cannabis

Liberalizzare la Cannabis sarebbe un colpo decisivo contro la criminalità organizzata delle NarcoMafie

476 Condivisioni

Riportiamo dal sito “Il Capoluogo” un pezzo dell’articolo di 

 

L’ultima operazione antidroga dei carabinieri conferma l’interesse della camorra per il territorio abruzzese e le “preoccupazioni politiche” per un eventuale provvedimento di legalizzazione delle droghe leggere.

Dal 2016 a ieri, 11 arresti, 12 indagati, 5,6 tonnellate di marijuana sequestrate (oltre 4 milioni di dosi) per un “valore di mercato” di circa 2 milioni di euro: questi i numeri di un filone di indagine che dura da tre anni ed è destinato a proseguire sulla provincia aquilana. Numeri emersi nella conferenza stampa di ieri che quantificano – seppur in minima parte – gli interessi delle organizzazioni criminali, specialmente la camorra, sul territorio abruzzese e in particolare nella provincia dell’Aquila. Numeri che confermano la “svolta aziendale” della criminalità che “delocalizza”“investe” fuori dai consolidati territori, cerca terra vergine su cui attecchire e si preoccupa dell’impatto economico dell’azione legislativa del governo.

Approfondimento:  In Oregon parte la consegna a domicilio della Cannabis

Legalizzazione droghe leggere, le preoccupazioni della camorra: «Se approvano la legge siamo rovinati».

Le indagini che hanno portato agli arresti di ieri – come da prassi – sono state portate avanti anche attraverso intercettazioni telefoniche e ambientali. Tra queste, il colonnello Antonio Servedio, comandante provinciale dei carabinieri, ieri in conferenza stampa ha sottolineato una particolare apprensione emersa dalle conversazioni. «Nelle intercettazioni – ha spiegato il comandante – si coglie una certa preoccupazione per un’eventuale approvazione di una legge per la liberalizzazione delle droghe leggere».

Approfondimento:  Apre nelle Hawaii il primo dispensario medico statale autorizzato

Gli intercettati, infatti, facevano riferimento all’impatto economico che la liberalizzazione potrebbe avere sugli affari e sugli interessi delle organizzazioni criminali.

 

 

Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

(Visited 440 times, 1 visits today)
Trovi interessante questa notizia?

Commenti

LEAVE A COMMENT