L’olio di Cannabis ha trattato l’epilessia già 173 anni fa

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Articolo di ClaCra Lenny

Ogni giorno leggo articoli di scoperte scientifiche sulle proprietà mediche della Cannabis, questa mattina ho letto un articolo su come il CBD è “una medicina miracolosa per l’epilessia pediatrica”.

Amylea Nunez, due mesi, è stata la paziente più giovane cui è stato prescritto l’olio di Cannabis. Tuttavia, lei non è stata la paziente più giovane a essere stata trattata con l’olio di Cannabis per l’epilessia pediatrica, questa non è una nuova scoperta, si tratta semplicemente di una riscoperta.

È possibile leggere la storia straordinaria della piccola Amylea: la neonata supera le crisi convulsive dopo essere diventata la più giovane paziente ad assumere l’olio di Cannabis.

William_Brooke_O’Shaughnessy_1Dr WB O’Shaughnessy (link al documento originale)

Nel 1840, medici dell’epoca vittoriana trattavano i pazienti con estratti di Cannabis per molte malattie, tra cui tinture per il trattamento di bambini affetti da epilessia.

Uno dei miei preferiti era il pioniere dr. William Brooke O’Shaughnessy MD (Medicinae Doctor), un medico irlandese, chirurgo, professore di chimica, scienziato e innovatore, è stato un pioniere della ‘terapia endovenosa’ lui era stato accreditato per l’introduzione della Cannabis nella medicina occidentale.

O’Shaughnessy si laureò nel 1829 con un dottorato in medicina presso l’Università di Edimburgo. Nel 1831, alla giovane età di 22 anni, aveva studiato il colera e il suo lavoro anticipatore ha portato allo sviluppo di fluidi da somministrare per via endovenosa e alla terapia di sostitutiva degli elettroliti.
Nel 1833, O’Shaughnessy si trasferisce a Calcutta, in India a lavorare per la British East India Company (Compagnia Britannica delle Indie Orientali), durante la sua permanenza nella città indiana sviluppato nuove tecniche di estrazione dei cannabinoidi, che ha approntato e usato per il trattamento di pazienti affetti da, colera, tetano, come analgesico, per i reumatismi e nell’epilessia dei neonati.

In India, ha studiato inizialmente la farmacologia botanica e chimica, pubblicando il suo primo articolo sulla Cannabis medica nel 1839.

Nel suo articolo “Sui preparativi della Canapa Indiana, o Gunjah”, pubblicato sul Provincial Medical Journal (l’attuale British Medical Journal, una delle prime riviste di medicina generale al mondo) a Londra il 4 febbraio 1843, O’Shaughnessey riporta il caso di un bambino, poco più di un mese, cui ha somministrato una tintura a base di etanolo (alcool ) di Cannabis.


Ricordate per favore che questo è stato scritto 173 anni fa.

 

Fonte

(Visited 1.042 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti