MassRoots, il “Facebook della Cannabis” vuole entrare in Borsa

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) – New York, 11 apr – Il Facebook della cannabis vuole quotarsi a Wall Street.

MassRoots, startup fondata in Colorado nel 2013 dove la cannabis ricreativa e’ legale, ha fatto domanda alla Sec (la Consob americana) presentando i documenti per entrare in borsa.

Si tratterebbe della prima volta che una attivita’ commerciale che propone l’uso della cannabis sia a scopo terapeutico che ricreativo cerca di entrare a Wall Street.

Come funziona MassRoots?

Si tratta di una piattaforma che permette di creare un profilo ed entrare in contatto con migliaia di altri consumatori.

Il gruppo vuole raccogliere 6,5 milioni di dollari per coprire il debito e sviluppare nuove funzioni per la sua applicazione mobile.

MassRoots vuole quotarsi sul Nasdaq come titolo tecnologico e con ticker “MSRT”.

I ricavi del gruppo sono passati da 9.030 dollari nel 2014 a 213.936 nel 2015, mentre il servizio e’ disponibile in 23 stati americani e nel distretto di Columbia, dove l’uso terapeutico della cannabis è legale.

Tuttavia, anche se il gruppo non ha alcun contatto diretto con la cannabis, il suo ingresso in borsa potrebbe cerare problemi al Nasdaq, soprattutto da un punto di vista di immagine. Inoltre, pur essendo in corso una legalizzazione a livello statale, la marijuana continua a essere illegale a livello federale.

A24-Pau

(RADIOCOR) 11-04-16 17:30:54 (0566) 5 NNNN

Stefano Auditore

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 113 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutube

Commenti

LEAVE A COMMENT