Il mercato della Cannabis in California: i dati secondo Forbes

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Per 20 anni la California ha permesso la vendita legale della cannabis ad uso medico in un ambiente non regolamentato e che cambierà nel gennaio 2018.

I funzionari statali e locali si trovano ad affrontare la sfida di mettere in linea tutti i “giocatori” che hanno operato senza alcuna regola o conseguenze nel rompere queste regole.

Finora, per quest’anno, i prezzi per la cannabis nello stato sono saliti costantemente, cosa che è buona per i coltivatori – non tanto per i clienti.




Secondo BDS Analytics , i californiani spendono la maggior parte dei loro dollari di cannabis sulla forma tradizionale dei germogli , il fiore.

Le vendite di fiori rappresentano il 55% del mercato della cannabis nello stato e si sono tradotti in 375 milioni di dollari nel solo secondo trimestre del 2017.

Il rapporto BDS ha dichiarato: “Il fiore è un termine che descrive come il vino, proprio come il vino può significare migliaia varietà, i “fiori” sono suddivise in migliaia di ceppi. ”

BDS Analytics tiene conto anche delle vendite di circa 13.000 ceppi unici, che aumentano ogni mese.

BDS ha anche scoperto che i californiani preferiscono il ceppo di indica della cannabis, che viene tipicamente consumato per scopi rilassanti.

Il 26% dei californiani ha acquistato il fiore di indica nel secondo trimestre del 2017 contro il 24% a Washington e il 20% in Colorado e in Oregon. Solo il 18% dei californiani ha acquistato il fiore di sativa per lo stesso periodo di tempo contro il 23% di quelli in Colorado e il 20% a Washington e in Oregon.




Nel rapporto di dati Eaze per la California per il 2016, i primi cinque ceppi di fiori includevano effettivamente tre ceppi ibridi, che sono una combinazione di sativa e indica.

Il numero uno è la Gorilla Glue # 4, un ibrido, seguito dalla Jack Herer, un ceppo di sativa. L’unico ceppo di indica era il numero tre Bubba Kush, seguito da altri due ceppi ibridi Girl Scout Cookies and Headband.

Eaze ha anche scoperto che le persone più grandi di età sono, più sono propense a spendere: i Baby Boomers in media hanno speso 185 dollari al mese nel 2016 rispetto ai millennials che hanno speso solo $ 136.

Il nuovo rapporto Mid 2017 Cannabis Benchmarks riporta i prezzi all’ingrosso della Cannabis e ha osservato che l’indice spot della California ha aperto il 2017 a 1.413 dollari per libbra ed è continuato a salire per la prima metà dell’anno.




I prezzi sono saliti a $ 1.724 per libbra appena sopra il prezzo medio degli Stati Uniti di $ 1.614.

Il prezzo medio per la prima metà del 2017 è stato di $ 1.525 per libbra, un divario del 12,2%.

I prezzi all’ingrosso che si stabiliscono sopra il US Spot sono un fenomeno non visto negli ultimi 18 mesi.

Jonathan Rubin, amministratore delegato di Cannabis Benchmarks, pensa che i motivi per cui i prezzi sono saliti è che i coltivatori stanno lavorando per mantenere il valore attuale delle loro colture, sapendo che sarà costoso operare nel rispetto delle nuove regole. Egli ritiene che i prezzi del mercato della California potrebbero diventare erratici come approccio di fine anno.

Tuttavia i coltivatori non possono rimanere tranquilli perché il mercato sta per essere interrotto come nuove regolazioni prese in considerazione. Per rispettare le rigide norme sull’acqua e sull’ambiente, i coltivatori dovranno spendere un sacco di soldi e questo significa che il prodotto finale costerà di più. Gli operatori del mercato nero che scelgono di operare al di fuori del mercato legale potrebbero vendere le loro colture per un prezzo più conveniente.

Il mercato nero che opera nello stato esporta in gran parte le sue colture per ora. Tuttavia, la relazione dei Cannabis Benchmarks ha notato che la cannabis illegale sta trovando la sua strada nel mercato legale e viceversa. Rubin ha dichiarato: “La mancanza storica di un rigoroso monitoraggio e di segnalazione nel programma medico della cannabis in California ha consentito al mercato nero e al mercato legale di mantenere in sostanza un equilibrio, con l’offerta e la domanda che si sposta tra i due per massimizzare le entrate dei venditori e ridurre al minimo i prezzi per gli acquirenti. ”

Ancora più attraente per il mercato nero per rimanere in attività è che le cinque maggiori città dello stato hanno consentito solo un piccolo numero di rivenditori e due delle cinque città hanno rifiutato completamente l’uso di cannabis per adulti. Senza un mercato giuridico fiorente, i consumatori saranno motivati ​​a rispettare il mercato illecito.

Ecco i dati presi da PriceOfWeed sui prezzi correnti al dettaglio della Cannabis in California:

 

Articolo Originale: Forbes

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 237 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti