Nuovo Studio: chi usa cannabis utilizza meno alcolici, meno antidolorifici, meno prodotti per l’insonnia

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Secondo una nuova relazione, i consumatori di cannabis negli Stati in cui è legale per scopi ricreativi usano molti meno farmaci antidolorifici, alcolici e ausili per dormire.

Il rapporto, compilato da High Yield Insights , ha rilevato che più di un consumatore su cinque di cannabis ad uso ricreativo consuma meno alcolici, antidolorifici e sedativi rispetto ai consumatori standard.

In particolare il rapporto ha rilevato che i consumatori di cannabis ad uso ricreativo usano il 27% in meno di farmaci antidolorifici da banco, il 22% in meno di aiuti al sonno, il 21% in meno di alcolici e il 20% in meno di birra rispetto ai consumatori negli Stati che non hanno legalizzato la cannabis per uso adulto .

“Stiamo appena iniziando a capire come la legalizzazione ha influito sul comportamento dei consumatori, che si tratti di spesa, occasioni di utilizzo o abitudini di acquisto”, ha dichiarato Mike Luce, co-fondatore di High Yield Insight,  in un comunicato stampa. “La comprensione di questi cambiamenti porterà a nuove opportunità di crescita per la cannabis e ulteriori interruzioni per altre categorie”.

Secondo Luce, il rapporto “ha rivelato nicchie di consumatori promettenti per l’industria. Ad esempio, molti consumatori più anziani (55+) stanno ricominciando con la cannabis, con il 56% che riporta un ritorno alla cannabis dopo aver provato i prodotti a base di cannabis in giovane età. ”

Secondo un comunicato stampa per il rapporto, è “il primo a far luce sui comportamenti, le preferenze di prodotto e di formato e la demografia del consumatore in evoluzione della cannabis sulla scia della legalizzazione”.

Stefano Auditore Armanasco

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio (MI), il 12/02/1986.

Mail: direzione@freeweed.it

(Visited 1.692 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutube

Commenti

LEAVE A COMMENT