Piante di Cannabis ritrovate in una tomba in Cina: l’ennesima conferma dell’uso sociale

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Straordinarie e antiche piante di Cannabis ben conservate sono state recentemente scoperte in una tomba nel cimitero Jiayi di Turpan in Cina.

All’interno del report della rivista Economic Botany l’archeologo Hongen Jiang spiega che nella tomba, trovata nel bacino di Turpan, nella Cina nord-occidentale, è sepolto un uomo di circa 35 anni, con tratti somatici caucasici.

L’uomo fu deposto su un letto di legno, con un cuscino rosso a sostenergli la testa; e sul corpo, disposte diagonalmente, aveva 13 piante di cannabis, con le radici orientate verso il bacino ed i fiori verso il mento, a coprirgli la parte sinistra del volto.

La datazione con il radiocarbonio del contenuto della tomba indica che la sepoltura è avvenuta tra i 2.400 e i 2.800 anni fa.

La scoperta va ad aggiungersi a una crescente quantità di ritrovamenti che dimostrano che, migliaia di anni fa, l’uso di cannabis era “molto popolare” nelle steppe europee, ha spiegato Jiang.

La tomba appena scoperta è  una delle 240 ritrovate al cimitero di Jiayi, ed è associata alla cultura Subeixi (conosciuta anche come Gushi) insediata nella zona approssimativamente 3.000-2.000 anni fa. All’epoca, l’oasi del deserto di Turpan rappresentava una sosta importante sulla Via della Seta.

Molti teorici fino ad oggi potevano sostenere che gli antichi coltivassero cannabis per i suoi molteplici usi come fibra e come alimentazione, in particolare per i suoi semi.

Ma nella tomba non sono stati trovati reperti di questo tipo; nessun riferimento ad altri usi che non siano quello dell’ “inalazione” delle sue proprietà psicoattive benefiche.

I fiori ritrovati nelle piante di Jiayi presentano evidenti tricomi ghiandolari, una sorta di sottili “capelli” della pianta che nella cannabis secernono la resina contenente i cannabinoidi.

Un dettaglio di una delle antiche piante, con i tricomi (i piccoli “peli” resinosi) che contengono composti psicoattivi. Fotografia per gentile concessione di Hongen Jiang

Fonte: SpringerLink

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 153 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Visit Us On FacebookVisit Us On TwitterVisit Us On Google Plus
Vai alla barra degli strumenti