In Polonia al via la distribuzione di cannabis ad uso medico, la legge comprende l’autoproduzione personale

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

La scorsa settimana il Parlamento polacco ha approvato una legge che permette ai pazienti l’accesso alla cannabis ed ai suoi preparati. Questi prodotti possono essere acquistati nelle farmacie dopo aver presentato una prescrizione del medico; la cannabis per ora sarà importata da un paese straniero.

Anche se la legge non ha molto a che fare con la sua versione originale, questa è una pietra miliare verso il pieno accesso alla cannabis ad uso medico in Polonia. La nuova legge prevede la coltivazione della cannabis nel paese, e la possibilità di auto-coltivazione di cannabis al fine di sviluppare i preparativi rilevanti.




A favore del disegno di legge hanno votato 440 deputati, e solo due sono stati contro la legge.

Ora il disegno di legge passa al Senato, dove è molto probabile che delle modifiche saranno effettuate per consentire il controllo della coltivazione legale di piante per scopi medici.

Piattaforma civica ha già annunciato che presenterà un emendamento al lavoro in Senato, che consentirà, tra l’altro, di creare una coltura controllata in Polonia.




Molti deputati erano a favore della produzione nazionale; la maggior parte interessata era quella dello stesso Pedro “Liroy” Marzo , co-autore del progetto. Anche il deputato PSL, Marek Sawicki , che si è astenuto durante la votazione si rivolse al ministro dell’Agricoltura Christopher Jurgiel e chiese perché non prendere in considerazione la produzione di cannabis per scopi medici presso l’Istituto di stabilimento tessile e Erbologia.

Uno dei centri che potrebbero crescere ora la cannabis ad uso medico è l’  Istituto di fibre naturali e piante medicinali  , che ha una tradizione di decenni e vasta esperienza nella coltivazione di piante fibrose.

L’Approvazione del progetto è certamente necessaria, ma ci vuole tempo per vedere quanto sia efficace. Ci sono molte indicazioni che le importazioni di cannabis dall’estero saranno difficili a causa del fatto che i paesi che coltivano la cannabis per scopi medici non hanno eccedenze che la Polonia potrebbe importare.

Questo fatto fa sperare che saranno sviluppati prima o poi raccolti nazionali che sono l’unica possibilità per garantire le forniture.

La Commissione Sanità ha annunciato che ha tre mesi di tempo per vedere il lato pratico del funzionamento della nuova legge.

” Io non escludo in futuro di cambiare nuovamente la legislazione per un suo miglioramento al fine di servire meglio i pazienti”, – ha detto il presidente del ministero della salute, il parlamentare Tomasz Latos .

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 125 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti