Polonia: Rischia l’Arresto per aver salvato suo figlio dal tumore con l’Olio di Cannabis

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Hubert Bartol è uno dei principali attivisti polacchi che lavorano per la legalizzazione della cannabis in Polonia. Coinvolto nella lotta per l’accesso legale alla cannabis, che egli ha salvato la vita di suo figlio.

Il figlio di Hubert, Jakub, aveva 25 anni quando gli è stato diagnosticato un tumore cerebrale maligno nel 2012: Glioblastoma multiforme – il tumore era di 6 cm, la dimensione di una palla da tennis.

Jakub ha subito un intervento chirurgico in cui il tumore è stato parzialmente tagliato. I Gliomi sono caratterizzati da un tasso di conversione molto elevato – in quasi ogni caso il tumore cresce e cresce, arrestare la proliferazione è estremamente difficile. La condizione del paziente si è deteriorata dopo l’intervento chirurgico. Nonostante la chemioterapia, i medici hanno dato al massimo qualche mese di vita, e il successivo trattamento del paziente consisteva solamente nell’alleviare il dolore ed era sotto la cura di una clinica palliativa.

“Non c’è più dolore che la malattia mortale del figlio” . Ha detto a TVN Hubert Bartol in un’intervista.

Jakub era in cattive condizioni quando i suoi genitori decidevano di trattare con l’olio di cannabis RSO, con la ricetta simile a quella di RicK Simpons e tanti altri: olio di Cannabis con THC elevato.

L’uomo non mangiava, non si muoveva, non poteva parlare con lui. Lo stato era abbastanza pesante da permettere alla famiglia di considerare anche l’eutanasia, perché la prospettiva di far passare gli ultimi giorni del loro bambino in un ospizio con dosi elevate di morfina era terrificante. Jakub è l’unico figlio di Hubert e Iwona, oggi non sono sposati e Jakub vive con suo padre vicino a Wroclaw. Per molti anni la famiglia ha vissuto all’estero, in Germania e nei Paesi Bassi. Fu da Olanda che Hubert Bartol portò l’olio a suo figlio. Come ha detto sua moglie, ha salvato la vita di suo figlio. Ha cominciato a cercare informazioni su come aiutare suo figlio, e così ha prodotto relazioni sulla natura efficace dell’olio illegale di cannabis in Polonia.




Apparve la cura

L’effetto dell’uso dell’olio RSO era molto visibile.

“Nel corso di un giorno e mezzo i miracoli erano diventati permanenti. Si alzò con un sorriso sul viso e cominciò a lavorare.Giorno dopo giorno c’era un evidente miglioramento. “ – descrive Hubert Bartol

Jakub, che è stato devastato dalla chemioterapia (atrofia muscolare, articolazioni danneggiate, denti danneggiati), ha preso solo l’olio per 3 anni e la sua condizione sta migliorando costantemente. Oggi, Jakub è quasi un giovane normale. Nel materiale registrato dal team TVN mostra come la tua terapia sembra, sorride, gioca badminton. Un giovane che, secondo la previsione, non doveva vivere più, ma, come dice, ora è felice, rilassato, calmo.




Avere tale olio ha avuto anche la ripercussione di una minaccia di 15 anni di reclusione. Il padre di Jakub si sta esponendo costantemente per continuare con il trattamento di suo figlio. Come afferma, è in grado di coprire solo i costi mensili del trattamento, ed a parte il costo dell’olio lui deve viaggiare all’estero in modo regolare. Ciò implica uno stress costante.

Slideshow Jakub Bartol   (in polacco)

E’ ora di svincolare gli accessi alla cura per tutti, e l’unico modo per iniziare coerentemente a parlare di questo è partire dal diritto di uso e coltivazione della pianta di cannabis con THC; rimarranno altrimenti sempre situazioni al limite, economico o sociale, che discrimineranno l’uso di questo fiore dalle incredibili valenze.

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986
(Visited 2.564 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT