Proseguono i sequestri di Canapa Industriale proveniente dalla Svizzera – Le Forze dell’Ordine: “sostanza stupefacente”

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Riportiamo un articolo apparso oggi su Radio Lombardia, che ci ha profondamente toccato per le cifre riportate ed i toni usati, che evidentemente riportano le parole delle Forze dell’Ordine.

Leggiamo nell’articolo:

“All’interno del negozio l’indagato, abusando delle disposizioni volte alla promozione della coltivazione e della filiera agroindustriale della canapa, rendeva disponibile alla propria clientela una varietà di cannabis in realtà ricompresa tra quelle vietate dal Testo Unico in materia di sostanze stupefacenti. I sopralluoghi e gli appostamenti eseguiti dai militari hanno consentito di accertare sia il consistente flusso di persone che entravano nel negozio per acquistare la sostanza stupefacente sia di individuare, nei paraggi, un magazzino utilizzato come laboratorio per la lavorazione della canapa. Il negoziante, infatti, vendeva la marijuana sia allo stato naturale, sia sotto forma di cristalli, resine e pollini (rinvenuti dai Finanzieri a seguito delle perquisizioni), pubblicizzandone la disponibilità attraverso un sito internet.”

Ma la parte interessante è l’incipit dell’articolo, che si apre cosi:

“I Finanzieri della Compagnia di Melegnano hanno sequestrato due quintali di cannabis per un valore di 1,75 mln di euro, denunciando una persona alla Procura della Repubblica di Lodi per traffico di sostanze stupefacenti. Alle attività hanno partecipato anche i militari della Tenenza di Roseto degli Abruzzi (Teramo). Le indagini, che hanno riguardato il gestore di un esercizio commerciale nel centro di San Giuliano Milanese, sono infatti state avviate grazie ad una segnalazione del Reparto abruzzese.”

 

Altri articoli parlano addirittura di denuncia per traffico di stupefacenti (fonte MilanoToday):

„Il proprietario del box – un uomo che è titolare di un negozio specializzato in promozione e coltivazione della canapa industriale – è stato denunciato alla procura della repubblica di Lodi per traffico di sostanze stupefacenti. “

E ancora:

„A mettere le fiamme gialle sulle sue tracce sono stati i finanzieri di Roseto degli Abruzzi, che nei giorni scorsi avevano sequestrato diversi grammi di “erba” a un tabaccaio della provincia di Teramo. Quella droga ha portato poi i militari dritti al negozio di San Giuliano, al cui interno – scrive la Gdf in una nota – avveniva la vendita al dettaglio della droga“

Mentre su Matrix, Canale 5, si perde una grande occasione per affrontare seriamente una tematica così importante come la regolamentazione totale della cannabis, creando un miscuglio di disinformazione e nozioni esatte, ecco che la realtà prende, forte, il sopravvento.

Maestosa e triste, come sempre negli ultimi tempi in Italia.

Sapere che altri commercianti stanno gioendo di tutto questo, e continuano imperterriti ad avere spazio su alcune riviste di settore (altre fortutamente stanno prendendo provvedimenti), non può che rattristare ulteriormente.

Ci auguriamo che questa normativa venga presto chiarita e che la sua discussione non si limiti solo ad una certificazione del “minimo possibile”. (a buon intenditor, poche parole).

 

FONTE IMMAGINI: RADIO LOMBARDIA

Stefano Auditore

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 737 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutube

Commenti

LEAVE A COMMENT