Purificazione del THC

Trovi interessante questa notizia?
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Se non frequenti i luoghi di culto della Cannabis, probabilmente non conosci il BHO, il metodo di purificazione del THC

Purificazione del thc, nel gergo tecnico chiamato BHO ,e’ il metodo di estrazione del momento nel campo della cannabis.

IMG_2168

La continua ricerca e sperimentazione  nel corso degli anni , hanno portato a risultati eccezionali,con prodotti di altissimo potenziale medico per le sue elevate concentrazioni di thc e cbd usate in differenti terapie.

Il BHO (butan hash oil) e’ una tecnica di estrazione e purificazione del thc che viene effettuata con gas butano,i primi scritti sull’argomento sono risalenti agli  anni 70,  e vengono dagli Statesi, dove ricercatori nell’ambito della cannabis terapeutica già iniziavano a sperimentare diversi solventi adatti all’estrazione del thc nella maniera più pura e naturale possibile. Con varie tecniche di lavorazione e purificazione del gas possiamo ottenere diverse consistenze,dalla più umida Wax e Shutter alle pìu asciutte Budder,Moonrock,Amber Glass. Sono tecniche diverse, che con temperature e con differenti materiali di lavorazione,come tubi di estrazione di borosilicato o di acciaio inox,alcool etilico al 99% e una buona macchina per il sottovuoto,permettono agli esperti di manipolare strutturalmente la molecola del THC cosi da ottenere diversi risultati finali e prodotti adatti a diversi usi.

purificazione thcAvendo una buona concentrazione di THC diviene più facile la preparazione di preparati medici anche utilizzando quantità irrisorie di prodotto. Prossimamente intendiamo pubblicare una breve guida sulle tecniche di estrazione, ma a questo punto è necessaria una larga premessa sulla sicurezza personale di chiunque sperimenti la pratica di purificazione del THC. Durante la lavorazione non bisogna mai sottovalutare l’infiammabilità del butano, il gas e’ un potenziale esplosivo e se usato senza le adatte misure di sicurezza, può risultare molto pericoloso.  Bisogna sempre assicurarsi di lavorare il THC in uno spazio ventilato,che eviti di creare accumuli di gas nell’aria,evitando l’intossicazione e i rischi di infiammabilità e,se possibile, farlo all’esterno, assicurandosi che non ci siano apparati elettronici funzionanti vicino alla postazione di lavoro. Bisogna tenere in conto anche l’energia elettrostatica,consiglio di evitare vestiti con cerniere e clip calamitate e soprattutto non fumare durante la lavorazione,assicurarsi che nessuno fumi,particolare fondamentale. Usare solamente pirex per raccogliere il gas ,adatto per le sue capacita di sopportare temperature sia basse che alte. La sicurezza e’ la cosa più importante, durante la lavorazione. Io consiglio sempre di non esagerare all’inizio ,fare piccole estrazioni in modo da poter provare con piccole dosi e cercare di realizzarne il più possibile. In principio non sarà facile arrivare a buoni risultati. Usare sempre gas raffinato come il colibri o il vector,evitate di usare gas economici perchè meno raffinati ,eviterete il rischio di intossicazione con sostanze chimiche usate per l’immagazzinamento del gas, più raffinato e’ il gas , più pulito sarà il risultato finale. Consiglio sempre di non superare i 55 gradi, tenendo in conto che i terpeni (cannabis) soffrono la temperatura a partire dai 58 gradi,perdendo sapore e potenza. Consiglio sempre di usare filtri a filtraggio veloce così da poterli raddoppiare e scegliere se è necessaria la presenza di cera, quanta meno cera sarà presente ,più pulito sarà il sapore e meno sarà la presenza di parte vegetale.

L’uso medico della purificazione del THC e’ molto ampio, grazie all’elevata purificazione e  concentrazione di principio attivo e alle diverse maniere di assimilazione possibili: Vaporizzando,cosi da evitare la combustione,ottimo nella terapia del dolore,patologie del sonno e terapia post-chemioterapia. Per uso alimentare, mescolato a cibo e bevande,indicato per patologie relazionate al fumo. Per uso cutaneo, sotto forma di unguento per alleviare patologie cutanee. Esiste inoltre la possibilità di fumare l’estrazione per un utilizzo ludico.

olio thc usomedico.it

I vari metodi di estrazione della cannabis permettono di avere risultati di qualità elevata grazie alla purificazione del THC

Tricoma Marco per usomedico.it

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 576 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

One Response so far.

  1. Jimy Giuseppe Piquet ha detto:
    Da Tempo sono convinto, che questi sistemi siano controproducenti per quello che riguarda la Libertà di ColtivarCi la Nostra.
     

LEAVE A COMMENT

Vai alla barra degli strumenti