Il Segretario del Turismo del Messico chiede la regolamentazione della Cannabis

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

In Messico, stanno iniziando a farsi sentire voci molto importanti che cercano di affrontare il problema del consumo di cannabis da un’altra prospettiva.

Il funzionario del turismo messicano ha dichiarato che la misura di legalizzazione sarebbe un’arma molto buona per combattere il crimine.

Enrique de Madrid, Segretario del Turismo, ha dichiarato alla conferenza “Tourism Perspectives for Mexico 2018” che ha sostenuto la legalizzazione della marijuana nelle aree turistiche per aiutarle a renderle destinazioni più sicure. “Almeno nelle aree turistiche del paese dovremmo legalizzare l’uso della cannabis”, ha detto il ministro del turismo.

Gli stati messicani di Quinta Roo e Baja California Sur hanno subito una piaga di omicidi per problemi legati al traffico di droga. ” Credo che legiferare non solo il consumo, ma anche la produzione e la vendita di marijuana, non altre droghe, contribuirebbe, insieme ad altre azioni, a destinazioni più sicure”, ha affermato.

Il Segretario del Turismo è anche favorevole a non deviare le risorse, che potrebbero essere utilizzate per la salute e l’istruzione, per combattere l’uso di questa sostanza che ha sottolineato che “la marijuana è molto meno dannosa del tabacco e dell’alcool” . Ha anche detto che la questione della cannabis era più un problema politico e morale e non aveva nulla a che fare con la scienza.

“Negli Stati Uniti hanno iniziato a dire che cosa erano le droghe cattive e buone e nella nostra nazione non dovremmo più comprare”, ha detto. Più tardi, ha detto che dubita che questa misura di legalizzazione porterebbe alla creazione del turismo della droga, dal momento che in California è già legale e troveranno problemi qui, preferendo rimanere lì.

Stefano Auditore

Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board

Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986

(Visited 31 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutube

Commenti

LEAVE A COMMENT