Sondaggio europeo sulle sostanze ed i suoi consumatori: per la prima volta anche in Italia.

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Ci ha contattato Elisa Benedetti, una ricercatrice del gruppo di Epidemiologia del CNR di Pisa, comunicandoci che da quest’anno anche l’Italia (e quindi anche i consumatori italiani) è presa in considerazione come “campione” volto ad evidenziare abitudini ed opinioni rispetto al proprio uso di sostanze.

“Tutte le risposte al questionario sono completamente anonime, non viene conservato nessun indirizzo IP, questo ci servirà per dare indicazioni ai decisori politici, anche in materia di legalizzazione” spiega la ricercatrice.

Noi, come consumatori di cannabis e come forti sostenitori delle politiche di riduzione del danno, abbiamo deciso di condividere questo studio/questionario al fine di arricchire tutte le informazioni che possano risultare utili per un consumo responsabile e per una regolamentazione delle sostanze, soprattutto in Italia dove, la riduzione del danno, ad oggi, purtroppo, viene considerata pari allo zero dal nostro Stato.
Sperando che questo questionario segni una nuova strada, un nuovo ATTEGGIAMENTO verso chi abusa di sostanze o verso chi consuma in maniera non responsabile, con un approccio meno giudicante ma più accogliente ovvero pronto a capire i disagi che stanno dietro ad un comportamento scorretto e lesivo per il completo benessere psico-fisico della persona stessa.

Ci fa piacere ricordare cosa sia la DIPENDENZA (Vedi Video) e quindi il suo significato, cosa che in Italia percepiamo in maniera completamente distorta, causa anche del moralismo messo in pratica quotidianamente dai nostri politici.

Vi mandiamo al LINK UFFICIALE del Sondaggio: https://drugusersurvey.limequery.com/index.php/984755/lang-it-informal

Sarà possibile firmare fino al 20 di Aprile.

Infine riportiamo il testo del comunicato Ufficiale del Consiglio Nazionale delle Ricerche (IFC – Istituto di Fisiologia Clinica):

Al via in Italia la Web Survey europea sull’uso di droghe: partecipa e contribuisci alla ricerca!
Uno strumento semplice e innovativo per raccogliere informazioni su come si stanno modificando i
pattern di uso delle sostanze psicoattive in Europa.
Quanto spesso se ne fa uso, in che modo e quanto?
Sono queste le domande a cui vuole dare risposta il progetto European Web-Survey on Drugs un’iniziativa
dell’osservatorio europeo delle droghe (EMCDDA goo.gl/rTeJgg) alla quale l’Italia partecipa
insieme ad altri paesi tra cui Austria, Belgio, Estonia, Lettonia, Lituania, Polonia e Regno Unito.
Chiunque abbia compiuto 18 anni e fatto uso di droghe negli ultimi 12 mesi, anche solo occasionalmente,
può contribuire alla ricerca partecipando a questa partita in cui la conoscenza gioca un ruolo fondamentale.
Per partecipare basta collegarsi al link http://bit.ly/2DuV4uF e dedicare qualche minuto alla compilazione
del questionario. Le risposte al questionario sono completamente anonime e non verrà raccolto alcun
dato che potrebbe permettere di identificare i partecipanti. Le informazioni raccolte saranno utilizzate
per i soli scopi di ricerca.
Questo assicura la dottoressa Sabrina Molinaro, ricercatrice e leader del laboratorio di ricerca del CNR
che si occupa dello studio per l’Italia e che da anni coordina ricerche incentrate sul monitoraggio dell’uso
di droghe nel nostro paese.
L’obiettivo è quello di stimare le dimensioni reali del mercato e di poter dipingere un quadro più dettagliato
dell’uso di sostanze psicoattive in Europa, che può auspicabilmente essere utilizzato per contribuire
alle future politiche europee in materia di droga.
“Sono circa 50mila gli studenti delle scuole medie superiori che nel 2016 hanno assunto sostanze psicotrope
senza sapere cosa fossero” spiega la dottoressa Molinaro riferendosi ai dati raccolti attraverso
un altro studio, ESPAD®Italia (European School Survey Project on Alcohol and Other Drugs), che ha
coinvolto gli studenti di 203 istituti scolastici superiori italiani.
Raccogliere i dati non solo tra gli adolescenti, ma anche tra gli adulti attraverso una modalità innovativa
come una Web Survey volontaria e anonima è il primo passo per conoscere e comprendere i nuovi
pattern di utilizzo delle droghe in un’ottica di educazione all’uso. Per questo è importante partecipare e
invitare gli amici e i conoscenti a contribuire alla ricerca.
Se hai compiuto 18 anni e negli ultimi 12 mesi hai fatto uso di droghe droghe (cannabis, cocaina, ecstasy,
anfetamine e metamfetamine o qualsiasi nuova sostanza psicoattiva “NPS”), anche se solo una o due
volte, il tuo contributo può essere di grande aiuto. Compila il questionario, raccontaci la tua esperienza
e spargi la voce!
Guarda il video https://youtu.be/qC5KTfIOpEI

(Visited 399 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_pluslinkedinrssyoutube

Commenti

LEAVE A COMMENT