Stati Uniti: La National Academy of Sciences ritiene che la Cannabis sia un trattamento efficace e sicuro

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

In un nuovo rapporto pubblicato dalla National Academy of Sciences, Ingegneria e Medicina  che ha analizzato più di 10.000 ricerche scientifiche sull’efficacia della cannabis ad uso medico (ATTENZIONE NON PARLIAMO SOLO DELLE TRE/QUATTRO VARIETA’ AUTORIZZATE IN ITALIA. NDR) i risultati indicano senza ombra di dubbio che la cannabis è un trattamento terapeutico efficace.

Anche se era già chiaro per certe malattie, si è sottolineato che la cannabis è efficace nel trattamento del dolore cronico negli adulti, nausea e vomito causati dalla chemioterapia e dalla sclerosi multipla.

“Questo rapporto è un test per molti ricercatori e pazienti che hanno a lungo conosciuto i benefici della cannabis, “ ha detto Michael Collins , vice direttore del National Academy of Sciences, Ingegneria e Medicina  .




“Fare una revisione globale delle evidenze suggerisce che ci sono benefici derivanti dall’uso di cannabis a livello medico”.

“La National Academy of Sciences, conclude che la cannabis ha proprietà terapeutiche per alcuni pazienti ed ha un profilo di sicurezza accettabile rispetto ad altri farmaci.” Ha detto Paul Armentano , vicedirettore di NORML .

“La prova era già disponibile da qualche tempo, ma per decenni le politiche sulla cannabis si sono basate sulle emozioni, non sulla scienza e le prove.”

“La ricerca PubMed tratta di più di 24 000 pubblicazioni scientifiche relative alla cannabis o ai suoi ingredienti attivi – è una letteratura molto più grande di qualsiasi farmaco usato tradizionalmente, come ibuprofene. Inoltre, a differenza dei farmaci moderni, la cannabis ha una lunga storia di utilizzo, che risale a mille anni fa, a disposizione del pubblico con una vasta evidenza empirica sulle ragioni della sua efficacia e della sua sicurezza “.




Ogni giorno milioni di persone usano cannabis per il trattamento di vari disturbi e sostengono che sia efficace. Ma molti legislatori, che non hanno mai usato cannabis, sostengono che “sia necessaria la ricerca scientifica.” E’ in realtà semplicemente ignoranza e mancanza di volontà di accedere a più di 20.000 studi sulla cannabis.

Anche se così enorme è il rapporto non sarà in grado di convincere gli oppositori della cannabis.

Naturalmente sono sempre necessari ulteriori studi, ma gli studi fino ad oggi indicano chiaramente che la cannabis ha molte applicazioni mediche.

Stefano Auditore
Presidente Associazione No Profit FreeWeed Board Nato a Cernusco sul Naviglio, il 12/02/1986
(Visited 177 times, 1 visits today)
Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Commenti

LEAVE A COMMENT